Ti trovi in:  Home news notizia
 

News


NOTIZIA



07-11-2014

Behance Pescara Portfolio Review

Il 9 e il 10 novembre all’Aurum i creativi si mettono “off-line”

per una due giorni di idee e opportunità
Ascolta la notizia

           I creativi si mettono “off – line” e si incontrano all’Aurum, la “fabbrica delle idee” pescaresi per una due giorni di incontri, confronti, riflessioni e opportunità. Taglierà il nastro alle 15 di domenica 9 novembre l'evento “Behance Pescara Portfolio Review” e sono stati i ragazzi dell'associazione Pepe, incaricati dalla piattaforma di settore più importante al mondo che conta attualmente oltre 8 milioni di iscritti, a presentare l'intenso programma che vedrà come protagonista Kenneth  Shinabery, creativo newyorkese e curatore della galleria Wacom proprio su Behance.

            “Sarà lui -  ha spiegato il presidente dell'associazione Flavio Melchiorre durante la conferenza che si è svolta stamane in Comune che ha patrocinato l’evento -  a premiare il vincitore della Behance Competition per la quale Adobe ha messo in palio un anno di licenza gratuita per Adobe Creative Cloud. La giornata di domenica si aprirà alle 15.30 con l'incontro sul “Cover Book Design” che vedrà la presenza dell'assessore Giovanni Di Iacovo, scrittore ancor prima che politico, tra i relatori. “I libri ci saranno – ha sottolineato Maura Di Marco dell'associazione Pepe -. Non solo perché abbiamo il piacere di essere nel cartellone del Festival delle Letterature, ma perché trattare il tema del Cover Book Design, per la prima volta, è importante per comprendere che l'editoria non è morta, ma si sta al contrario avvalendo di altre, nuove e importanti figure professionali. All'interno dell'Aurum avremo infatti uno spazio dedicato alle librerie pescaresi che trattano proprio collane dedicate alla creatività. Ci fa inoltre piacere annunciare che – ha sottolineato – tra i tanti istituti avremo anche quello delle ceramiche di Castelli. Un'arte apparentemente lontana dal mondo del digitale e che invece, proprio attraverso il digitale, può essere riscoperta e valorizzata oltreconfine”. “Ci saranno circa 250 studenti pescaresi – ha aggiunto Alessandro Verzella – e questo è molto importante. La due giorni, infatti, portando off-line tutti i creativi, permetterà loro di incontrali faccia a faccia e confrontarsi con loro in vista delle scelte future. Questo evento – ha aggiunto – è la prova che internet, se ben usato, non uccide la socializzazione, ma al contrario la esalta”.

Esaltarla vuol dire quindi confrontarsi faccia a faccia su temi importanti quale quello della proprietà intellettuale sempre a rischio per chi carica i propri lavori on-line cui sarà dedicato un incontro nella giornata di lunedì. Ma esaltarla, ha aggiunto un altro componente dell'associazione, Mauro Di Zio, vuol dire anche “indirizzare i giovani verso il futuro nel labirinto del digitale dove spesso ci si perde tra le troppe informazioni. Lo scopo della due giorni – ha concluso – è proprio quello di farli incontrare per uscire dal caos informativo e comprendere le reali opportunità che la creatività offre nel panorama lavorativo”.

“Conoscevo il portfolio Behance da semplice profano e appassionato di arte e creatività – aggiunge l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo -  mai avrei immaginato di avere un evento centrale di tale levatura qui a Pescara. Un evento importante perché in città abbiamo un'esplosione caleidoscopica di creatività e di idee e perché mette insieme due elementi: il nutrire e offrire arte e videoarte italiana e internazionale e dare visibilità a molti talenti locali. Sarebbe bello partire da questo evento per ipotizzare un Festival della creatività a cui saremo felici di aprire le porte, per dare seguito negli anni a questo appuntamento. Sono più che certo della grande partecipazione che avremo, perché c’è bisogno di connettere tutte le energie creative e coniugarle con nuove forme di lavoro. “Pur essendo “primitiva” per conoscenze tecnologiche, questo mio stato di arretratezza mi porta ad accettare con passione tutto quello che non capisco per non fare errori di esclusioni che mi vengono dal sentirmi parte di un'altra generazione – così l’assessore al Patrimonio Culturale Paola Marchegiani - Nella mia funzione non posso rimanere insensibile rispetto al mondo che cambia, all’innovazione. Con Behance ci sarà una valorizzazione delle risorse endogene di questo mondo, osmosi di mondo giovane e che ragiona con ottiche lontane. E' da qui che si deve ricominciare nell'accezione più vera. E l'innovazione con la rigenerazione urbana è connessa, l'industria creativa ovunque la sostiene”.










HOME PAGE