Ti trovi in:  Home news notizia
 

News


NOTIZIA



06-08-2016

Divieto temporaneo di balneazione per il mancato funzionamento di una pompa di sollevamento

Il sindaco: “Situazione che va chiarita con i vertici ACA, l'efficienza di un'azienda pubblica si misura soprattutto su come impiega i risparmi nella gestione degli impianti”
Ascolta la notizia

A fronte della comunicazione di stamane da parte dell'ACA circa il mancato funzionamento di una pompa di sollevamento dell'impianto IS5 si comunica quanto segue:


Il sindaco Marco Alessandrini appena ricevuta la comunicazione dell'Aca circa il mancato funzionamento presso uno degli impianti più rilevanti – informa l'assessore al Demanio Enzo Del Vecchio – ha attivato le strutture competenti per l'emissione dell'ordinanza di divieto temporaneo di balneazione di 48 ore che, come da prassi, viene notificata agli stabilimenti balneari tramite la Polizia Municipale. Il tutto accade mentre il servizio manutenzione si sta organizzando per l'apposizione dei relativi cartelli di divieto di balneazione nel tratto di spiaggia relativo ai punti di campionamento di via Muzii e via Galilei.

Una prassi che scatta da parte dell'Ente in casi come questo, anche se va chiarito con i vertici ACA la situazione per cui il mancato funzionamento di una pompa abbia causato effetti sull'intero sistema”.


La criticità comunicataci alle ore 9 di stamani pone, però, interrogativi sull'organizzazione e funzionalità dell'intero sistema di gestione delle acque reflue – aggiunge il sindaco Marco Alessandrini - Nel caso di specie, il mancato funzionamento di una delle elettropompe di sollevamento di un impianto di così rilevante come l'IS5, dove si è verificato il guasto, ha mandato in tilt l'intero sistema, che pure è dotato di più elettropompe, determinando lo sversamento di reflui per circa 20 minuti.

Questa è una situazione che va chiarita e sarà affrontata al più presto con i vertici dell'ACA, ribadendo che l'efficienza di un'azienda, specie se pubblica, non si misura solo in termini di risparmi di bilancio, ma va calibrata anche su come tali risparmi vengono impiegati per garantire la funzionalità piena e costante di impianti così determinanti per la città e il suo ecosistema”.


Pescara, 6 agosto 2016








TORNA INDIETRO


HOME PAGE