Ti trovi in:  Home news notizia
 

News


NOTIZIA



04-05-2018

Lo Sport non va in vacanza torna dall’11 giugno al 10 agosto

Domande online da oggi e fino al 21 maggio. Diodati: “Le location quest’anno sono 4 e per i primi 15 iscritti ci sarà la possibilità di fare attività anche alla Lega navale”
Ascolta la notizia

 

Torneranno dall’11 giugno al 10 agosto le attività ricomprese nell’edizione 2018 della manifestazione “Lo Sport non va in vacanza”, villaggio multidisciplinare che accoglie ragazzi dal 6 ai 13 anni (nati dal 2004 al 2011 compresi), promosso dall’Amministrazione comunale in sinergia con il CONI regionale e con la fattiva collaborazione della Commissione Consiliare Sport alla guida del consigliere Adamo Scurti, all’interno di 4 location comunali. Le iscrizioni possono già essere effettuate sul sito del Comune al link dedicato, fino alle ore 12.30 del 21 maggio.

http://www.comune.pescara.it/internet/index.php?codice=573

 

 “Siamo arrivati alla 15esima edizione dello Sport non va in vacanza – annuncia l'assessore allo Sport Giuliano Diodati - la riproponiamo come ogni anno per promuovere l’attività fisica anche d’estate e sostenere le famiglie che hanno bisogno impiegare in modo salutare e allegro il tempo libero dalle lezioni scolastiche dei propri figli. L’edizione di quest’anno sarà più ampia e con delle belle novità, come quella di offrire ai primi15 iscritti l’opzione di praticare attività marinare presso la Lega navale, zona Madonnina per tutto il mese di luglio, o la location in più del Parco “Villa De Riseis” che accoglierà 150 ragazzi, che si aggiunge alle strutture storiche dello Stadio Adriatico Cornacchia che accoglierà 370 ragazzi; il campo di calcio “Ettore D'Agostino” a Zanni per 150 utenti e il centro sportivo Rocco Febo (ex Gesuiti) per 200 posti.

Essere riusciti a mantenere la manifestazione in questi anni è per noi motivo di grande soddisfazione, oltre ad essere un consolidato successo, perché le attività ricomprese nello Sport non va in vacanza rappresentano davvero il fiore all'occhiello delle manifestazioni dedicate alle famiglie e ci consentono di essere loro davvero di sostegno. Si comincia l’11 giugno e si andrà avanti fino all’10 di agosto e come tutti gli anni si rinnova anche il sodalizio con il CONI Comitato regionale Abruzzo, che metterà a disposizione istruttori qualificati e di competenza per le varie discipline che si svolgeranno nelle location indicate. Come al solito si tratta di ginnastica generale, avviamento ai giochi sportivi, attività en plein air, tornei e attività ludiche. 

Per tutti e due mesi la spesa complessiva a carico delle famiglie varia a seconda del reddito ISEE: fino 16.040 euro si pagheranno 50 euro in totale, fino a 23.000 euro se ne pagheranno 70 e oltre 23.000 si arriva a 110 euro per tutta la durata delle attività. Come al solito sono previste riduzioni per il secondo figlio, per cui la tariffa sarà scontata del 10 per cento. Al fine di rendere pienamente inclusiva tale esperienze come negli anni scorsi sono previsti a carico del CONI anche insegnanti di sostegno per ragazzi che presentino disabilità certificate e che verranno accolti esclusivamente nella location dello Stadio.

Il programma operativo delle attività si fonda su linee guida mirate a incentivare la pratica sportiva attraverso il gioco e l'educazione dei ragazzi a vivere esperienze sportive di gruppo, in appositi laboratori creativi, impegnando i bambini e ragazzi in un percorso formativo nel periodo delle vacanze estive, a vantaggio delle famiglie con genitori lavoratori. Laboratori, attività, ma anche piccoli eventi nell’arco della durata delle attività con premiazioni e distribuzione di premi e attestati di partecipazione, proprio per incentivare e stimolare anche in futuro quanto appreso in questo segmento post scolastico”.

 

L’iscrizione on-line permette: di ampliare l’iscrizione sia ai residenti nel Comune di Pescara (nel modulo i campi relativi ai dati dei genitori e dell’allievo vanno ad incrociarsi automaticamente con quelli dell’anagrafe comunale), i quali hanno diritto di precedenza, sia ai non residenti; di indicare il periodo in cui l’allievo frequenterà il centro sportivo, così da soddisfare il maggior numero di richieste; di evitare le file con problemi di ordine pubblico (considerato il numero elevato di adesioni); la possibilità di stampare una copia della preiscrizione da presentare alle Segreteria dei Centri unitamente alla documentazione necessaria.

All’atto dell'iscrizione, le famiglie saranno invitate a dichiarare: l’idoneità alla pratica sportiva non agonistica da documentare mediante rilascio di certificato medico, successivamente ed in caso di ammissione da parte del CONI, previa le dovute verifiche; la completa autosufficienza dell’allievo; l’eventuale fruizione del sostegno in ambito scolastico. In questo caso, gli allievi saranno indirizzati unicamente all'impianto sportivo nel quale è presente l’insegnante di sostegno (Stadio Adriatico).

La graduatoria. Tutte le iscrizioni pervenute verranno valutate dal CONI che provvederà a formulare la relativa graduatoria di ammissione all’iniziativa sulla scorta dei punteggi assegnati, entro il numero massimo consentito. A parità di punteggio avrà precedenza il minor reddito I.S.E.E. L'eventuale ammissione verrà comunicata a seguito di apposito contatto da parte del CONI. Gli ammessi dovranno presentare presso la segreteria del C.O.N.I. – Comitato Regionale – Delegazione Provinciale di Pescara (Sede in Via Botticelli n. 28) la seguente documentazione: la dichiarazione I.S.E.E. (indicatore della situazione economica equivalente); la dichiarazione sostitutiva di certificazione (Art. 46 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) circa la veridicità delle dichiarazioni rese; il certificato medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica rilasciato dal medico curante.

 

Pescara,  4 maggio   2018










HOME PAGE