Ti trovi in:  Home news notizia
 

News


NOTIZIA



08-11-2018

Millo torna a dipingere in città per 1,2,3 RESILIENTISSIMI!

Sulla facciata della scuola di Borgo Marino lo street artist realizzerà un murale sulla sicurezza. Progetto che unisce PAR e Comune
Ascolta la notizia


Da domani e fino al 16 novembre Millo torna a dipingere in città, dopo lo splendido murale “Dreams”, realizzato a Fontanelle sulla facciata delle case Ater, sarà la volta di una delle facciate della scuola primaria di Borgo Marino. Opera che è ricompresa nel progetto “1,2,3...RESILIENTISSSIMI!!!” nato per celebrare la Giornata per la sicurezza nelle scuole, a cura dell’Associazione di promozione sociale PAR, Patto per l’Abruzzo Resiliente e in coorganizzazione con il Comune, assessorato alla Cultura. Si tratta di un evento sul tema “sicurezza e resilienza” di grande respiro per la città e per la popolazione studentesca che partirà con la realizzazione del murale e sfocerà in una giornata dedicata alla sicurezza, non solo nelle scuole, che si terrà in piazza della Rinascita domenica 18 ottobre.

In conferenza dell’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, le rappresentanti del e Francesco Giorgio, #Millo.

 

“La sicurezza è un tema importante, che evoca quasi sempre aspetti negativi – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo - Pescara ha invece una realtà importante e positiva di prevenzione e manutenzione a tale proposito, proprio nelle scuole su cui abbiamo investito diversi milioni di euro in lavori sulla sicurezza, opera dell’assessorato alla Pubblica Istruzione, oltre che sulla manutenzione straordinaria. Abbiamo dunque deciso di affrontare questo tema non solo dal punto di vista strutturale, ma anche culturale, perché è anche la cultura della sicurezza che vogliamo promuovere. Ringrazio il Patto Abruzzo Resiliente Marzia e Sara Foglietta e tutto il collettivo che sta collaborando sul tema della sicurezza nelle scuole che cerca di capire il modo in cui può essere vissuta la sicurezza anche con creatività. Per questo è tornato Millo, street artist fra i più conosciuti e amati a livello internazionale che torna a giocare in casa, dopo l’opera che è diventata simbolo della città realizzata a Fontanelle. Lo ringrazio per la sua disponibilità e il suo lavoro non sarà solo opera d’arte, ma un cantiere artistico aperto dal 9 al 16 novembre a cui si potrà accedere per vederlo all’opera con i suoi fantastici personaggi. Il programma non terminerà qui, ma il 18 novembre ci sarà un focus sulla sicurezza e sulle grammatiche che possono rendere la vita più tranquilla e serena, con un incontro in piazza volto a sensibilizzare su un argomento così importante”.

 

“Il Par è un gruppo di madri che si è costituito un paio di anni fa a seguito di quello che è successo sul fronte sicurezza scolastica e ambientale – così la presidente dell’associazione Patto per l’Abruzzo Resiliente Marzia Foglietta – abbiamo istituito una rete con tutti i comitati stragi perché la loro esperienza deve essere per noi un monito a ché quello che è successo non si ripeta. Resilienza per prendere coscienza e programmare e costruire il territorio in modo cosciente e preservando il capitale umano. Con il Comune di Pescara esiste già un rapporto di collaborazione proprio sull’edilizia residenziale e scolastica e per questo abbiamo sposato l’idea di far diventare l’arte un mezzo di comunicazione, proprio per accentrare il tema della sicurezza con un’immagine che resti impressa sulla facciata di una scuola. La scuola sarà quella del Comprensivo 8 di via Puccini, Borgo Marino, che ospiterà l’opera e anche il cantiere di Millo in questi giorni. Abbiamo coinvolto tutte le scuole abruzzesi e università che verranno a visitarlo e termineremo in piazza domenica 18 con le testimonianze dei comitati nazionali che sono nostri mentori e risorsa. Faremo anche azioni interattive con i partecipanti, vogliamo coinvolgere i bambini perché è da loro che deve partire il cambiamento di cui abbiamo bisogno”.

 

“Sono contento di partecipare a questa iniziativa – così Millo – di solito tutti i lavori che faccio hanno un senso sociale e in questo caso il progetto non solo ha un senso sociale e universale, ma lo sento vicino alla comunità in cui vivo, specie per i tragici eventi che hanno segnato la storia degli ultimi dieci anni in Abruzzo. Sono contento di lavorare in una scuola perché i bambini sono molto recettivi su questo fronte, sono contento che siano coinvolte altre scuole insieme alla comunità, in modo che il progetto oltre l’abbellimento diventi qualcosa di più e resti a ricordare il valore della sicurezza”.

 

“Grazie a questa iniziativa la nostra scuola sarà più bella e darà ai bimbi che la frequentano e a tutto il Comprensivo 8 la possibilità di vivere l’arte dal vivo – così la dirigente scolastica Valeriana Lanaro - e sappiamo che questi laboratori fanno maturare un percorso formativo che incide sull’apprendimento. Il tema è caro a tutti i dirigenti scolastici e tutte le varie esercitazioni che si fanno vanno nella direzione di una conoscenza del problema. Prima la scuola affrontava il terremoto dal punto di vista scientifico, noi siamo in linea con l’obiettivo conoscere per prevenire. L’apprezzamento per questa iniziativa è elevatissimo, la scuola si prodigherà sull’impegno culturale, perché questo messaggio venga condiviso e vissuto nelle famiglie”.

Al progetto, realizzato dal Par e co-organizzato dal Comune, è inoltre collegata una raccolta di fondi finalizzata alla realizzazione dell’opera, già partita sui canali social del PAR.

Per contribuire al crowfundingil link è il seguente:  https://it.ulule.com/1-2-3-resilientisssimi/

Su Facebook qui:

 https://www.facebook.com/events/2223045357770269/

Pescara, 8 novembre 2018










HOME PAGE