Ti trovi in:  Home news notizia
 

News


NOTIZIA



01-03-2019

Raccolta differenziata quasi raddoppiata dal 2014 a oggi

Sindaco, Papa e Marchegiani: “Questo quasi 50 per cento è un obiettivo voluto dall’Amministrazione, reso possibile dal grande lavoro svolto con Attiva”
Ascolta la notizia


Dal 28 per cento del 2013 arriva a sfiorare il 50 per cento la raccolta differenziata in città nei primi due mesi del 2019. Stamane si è fatto il punto sull’importante traguardo voluto dall'Amministrazione e conseguito da Attiva con un serrato lavoro di estendimento della raccolta sul 70 per cento del territorio cittadino. Annunciate anche altre iniziative sul centro della città, sul decoro e sulla sensibilizzazione già in atto e in via di esecuzione. Presenti il sindaco Marco Alessandrini, l'assessore all'Igiene Urbana Paola Marchegiani, l'amministratore unico di Attiva Massimo Papa, il consulente Sandro Di Scerni.

 

“Aumentare a ritmo costante la raccolta differenziata è un nostro obiettivo di mandato – così il sindaco Marco Alessandrini – e mi sembra che in meno di cinque anni siamo su un’ottima strada. Ci abbiamo creduto, ci abbiamo puntato e abbiamo Trovato in Attiva le forze per farlo e allineare Pescara a realtà virtuose ed evoluto, com’è giusto che sia. Non solo, in questi anni è partito anche il più grande progetto che il settore abbia mai vissuto, con la fusione delle tre società di gestione dei rifiuti Attiva, Linda e Ambiente, in cui la nostra partecipata ha un ruolo determinante e di prestigio per lavoro svolto e da svolgere. Vogliamo illustrare i dettagli di un piano che amplierà ancora gli obiettivi sulla città e assicurerà maggiore presenza delle squadre della Spa sia in centro che in periferia”.

 

 “L’andamento della differenziata ci rende orgogliosi – aggiunge l’amministratore Unico Massimo Papa - All’inizio delle operazioni eravamo al 28 per cento, oggi siamo arrivati al 46,3 per cento, con alcune punte di eccellenza nella nostra città, dove raggiungiamo anche il 70 per cento, ad esempio nella zona della Pineta. La media di tutto è confortante. Siamo inoltre arrivati a coprire il 70 per cento di superficie cittadina con il porta a porta, la parte carente è il centro dove stiamo però intervenendo con un’operazione di mantenimento del decoro: su via Fabrizi abbiamo già sostituito tutti i cassonetti da 3.200 litri, rimpiazzati con dei nuovi che completando la batteria dei contenitori della differenziata che così è possibile anche in strada, sono più fruibili e mobili, più piccoli, meno appariscenti e facili da pulire. Procederemo anche su altre aree che hanno grosse criticità, quelle che sono di collegamento nord-sud ed est-ovest della città, che, per essere limitrofe, sono anche ricettacolo di rifiuti che vengono abbandonati da altri Comuni, una pratica di cui Pescara risente ma contro cui siamo armati. A complemento di questo stiamo approntando due squadre addette a mantenere il decoro dalle 7 alle 19, partiremo lunedì, saranno supportate da mezzi con cui terranno pulita la città continuamente. Agiranno in tre macro zone, a nord, centro e sud per la raccolta dei cumuli e degli ingombranti che vengono abbandonati nei contenitori impropriamente; per il cambio dei cestini con conseguente pulizia dell’area sottostante e con la dotazione di idropulitrice e solvente per pulire tutte le piazzole su cui sono collocati i cassonetti e dove restano residui di tutti i tipi.

Altra azione è quella di sensibilizzazione: una campagna iniziata e che verrà intensificata nei prossimi mesi nelle scuole per illustrare tutto ciò che c’è da sapere sulla differenziazione del rifiuto, sui costi dell’abbandono, su come si differenzia. Abbiamo in pista anche una compostiera in legno che verrà donata alla fine dell’intervento, un mercatino del riuso interno alla scuola dove fare pratica e un laboratorio per l’utilizzo di una stampante in tre D che dimostrerà praticamente come da un rifiuto in plastica si possano ricavare degli oggetti utili per la scuola e gli studenti. Continueremo anche le campagne mirate, come quella contro l’abbandono delle deiezioni canine, che oltre a un’azione repressiva vedrà la distribuzione di locandine fra negozi e locali per fare presa su chi sporca strade e marciapiedi. Proseguono anche campagne condivise con alcune parti della città, come succede con via Cesare Battisti dove è nata una raccolta particolare e una altrettanto speciale azione di sensibilizzazione e infine negli uffici pubblici modalità e traguardi della raccolta sono raccontati da totem che interagiscono con un’utenza che sta rispondendo bene e che ringraziamo per gli sforzi fatti”.

 

“Chiudo ringraziando per la collaborazione che c’è stata in questi anni – così l’assessore Paola Marchegiani – abbiamo puntato a obiettivi strategici portati avanti in maniera determinata e proprio sulla differenziata perché contrariamente a chi ci ha preceduto noi l’abbiamo eretta a principale obiettivo dell’Amministrazione per una questione di civiltà, decoro e costi. Noi siamo convinti che non possiamo fare a meno di questa scelta che è parte di una strategia che ridurrà tutti i costi dei contribuenti quando la rete di impianti che abbiamo attivato decollerà tutta e restituirà al territorio i vantaggi del vivere in modo sostenibile e tutelando l’ambiente”

Pescara, 1 marzo  2018 







TORNA INDIETRO


HOME PAGE