Ti trovi in:  Home news notizia
 

News


NOTIZIA



14-03-2019

Al via la riqualificazione di via Caduta del Forte: strada chiusa da lunedì

L’Amministrazione: “Ritmi serrati e mobilità alternativa per rimettere in sicurezza la via che aspettava da oltre 10 anni”
Ascolta la notizia


Al via da lunedì i lavori di riqualificazione di via Caduta del Forte. La via sarà interdetta al transito e alla sosta, le auto saranno deviate sulle vicine via Rieti e sul lungofiume mentre gli autobus, in direzione monti mare transiteranno per via Conte di Ruvo e in direzione mare-monti su via Chieti dove verrà spostata la fermata attualmente presente all’incrocio tra via Caduta del Forte e la rotatoria Rampigna. L'arteria di ingresso alla città dalla parte ovest attende da oltre un decennio interventi di manutenzione: verrà rimessa in sicurezza e resa più fruibile sia alle auto che ai mezzi pubblici, per i quali è uno dei principali snodi. Stamane la presentazione dei lavori, illustrati dall'assessore ai Lavori Pubblici Tonino Natarelli, il consigliere Emilio Longhi, Piergiorgio Pardi, mobility manager comunale, Massimiliano Gaspari, responsabile dell'esercizio Urbano di Pescara di TUA, il maggiore Adamo Agostinone per la Polizia Municipale.

 

“Verranno avviati lunedì mattina lavori che sono stati lungamente attesi in una delle maggiori arterie per l’ingresso alla città – illustra l’assessore ai Lavori Pubblici Tonino Natarelli -  E’ una riqualificazione fondamentale per la mobilità non solo delle auto, ma soprattutto dei mezzi pubblici, per questo siamo ben consapevoli dei disagi che questo cantiere arrecherà, ma siamo oltremodo decisi a stringere i tempi com’è già accaduto per via Firenze, tempi che sono già esigui. Da ordinanza l’intervento richiede dieci giorni ma se le condizioni meteo saranno favorevoli contiamo di chiudere con qualche giorno di anticipo. Voglio ringraziare Antonio Blasioli, oggi presente, per aver programmato questo intervento. Il cantiere interesserà il tratto di via Caduta del Forte compreso fra Corso Vittorio e la rotatoria del retrostante ex Rampigna: sarà rifatto il fondo stradale con uno scavo di 30 cm, per fare un “cassonetto” migliore, la corsia dedicata presenta oggi diversi avvallamenti e va rinforzata perché possa sostenere il passaggio quotidiano dei mezzi pubblici. Mobilità alternativa, dunque, per auto e bus che saranno dislocati su via Chieti e via Conte di Ruvo, con una serie di accorgimenti resi possibili dalla piena sinergia con Polizia Municipale e TUA. Il lavoro è più intenso di quello fatto a via Firenze. Il cantiere sarà più impattante per la circolazione e il traffico vista la portata di questa arteria. Ma era indispensabile agire con priorità perché è un percorso anche per mezzi pubblici che proprio sul versante nord della strada, quello che verrà scarificato per 30 cm., prevede la corsia preferenziale. Anche per questa ragione faremo il prima possibile, a parte la visibilità dell’intervento sulla strada che praticamente porta a Piazza Italia ed è fra gli assi portanti dell’accesso al centro città. Sono tanti gli interventi che stanno partendo: milioni di euro di interventi che si concentrano su una manutenzione mancata per troppo tempo e di cui ci siamo fatti carico. Partirà la settimana prossima anche il cantiere di via Regina Elena, mentre procede speditamente quello del secondo lotto dei lavori della riviera sud, dove sono state collegate le fogne e si stanno mettendo i pali della luce e dalla prossima settimana si potrà lavorare sull’intero asse stradale. Alla cittadinanza chiediamo la solita collaborazione, che non è mai mancata fino ad oggi e di cui siamo grati”.

  

 “Divieto di transito e di sosta fra Corso Vittorio e la rotatoria del Rampigna, l’intervento interesserà una superficie di 4.000 mq – spiega il mobility manager Piergiorgio Pardi – Si procederà con la fresatura per togliere asfalto rovinato e per 1.400/1.600 mq sarà fatto un intervento di consolidamento del fondo stradale, perché la corsia dei bus si è abbassata di livello e il transito non è in sicurezza. Si procederà facendo uno scavo di 30 cm per ricostituire la solidità del nuovo manto, con cassonetto misto cementato, binder e tappetino, verranno poi rialzati anche tutti i chiusini e ridisegnata la segnaletica a intervento finito.  Grazie a un accordo con TUA il trasporto pubblico proveniente da nord (quindi in direzione mare-monti su via Caduta del Forte) sarà deviato sulla parallela via Chieti che avrà un divieto temporaneo di sosta e fermata lungo tutto il lato sud, per agevolare il maggior transito, mentre il traffico in entrata sulla via in direzione monti-mare sarà deviato su via Conte di Ruvo. Restano pienamente fruibili via De Gasperi, via Spalti del Re per accedere al Lungofiume dei Poeti da dietro la Questura e via Rieti, mentre vie del Bagno Borbonico resta aperta solo per residenti. Si tratta di un intervento pianificato molti mesi fa, che ha il via libera ora sia per i tempi dell’affidamento che per il meteo che consente il rifacimento degli asfalti solo dopo l’inverno, affinché abbia una durevole riuscita”.

 

“Via Caduta del Forte è uno snodo mare-monti e monti-mare per la corsia preferenziale – aggiunge Massimiliano Gaspari, responsabile dell’esercizio urbano di Pescara di TUA - Essendo chiusa, tutte le macchine che provengono da nord saranno instradate su via Chieti, diverse le linee interessate: 38-4-5-7-7Cep-8-9-11-12-13-14-15-21 sia feriale che festivi (per i bus che fanno il festivo). Per quanto riguarda l’extra urbano da Chieti, Caramanico, San Valentino e Scafa che passano dalla Tiburtina, useranno via Conte di Ruvo per trovare il naturale sbocco. Metteremo gli avvisi su tutti gli autobus, sul sito di Tua e alle fermate, con la speranza che non vengano staccati, come accade di solito. Daremo notizia delle deviazioni sul sito di TUA e sui mezzi, come pure sulle fermate esistenti”.

 

Pescara 14 marzo 2019

 










HOME PAGE