Ti trovi in:  Home news notizia
 

News


NOTIZIA



23-05-2019

Piano di Recupero del Patrimonio Edilizio Esistente

Sì della Giunta al progetto relativo al Comprensorio di via Piave
Ascolta la notizia


Via libera della Giunta al Recupero del Patrimonio  Edilizio Esistente, per il Compresorio di Prg 1.09 di via Piave, atto che consentirà così la rinascita della via, attraverso la riqualificazione edilizia di alcuni immobili per anni in abbandono.

 

“Il vigente P.R.G. individua, nell'ambito delle zone edificate, dei comprensori destinati al recupero del patrimonio edilizio esistente – spiega l’assessore Loredana Scotolati – e  l'art. 39 delle Norme Tecniche di Attuazione (N.T.A.) del P.R.G. regola l'attuazione dei predetti comprensori attraverso singoli Piani di Recupero del Patrimonio Edilizio esistente (P.R.P.E.) di iniziativa pubblica o privata, in considerazione dell'alta percentuale di costruito presente e delle condizioni di manutenzione e di uso degli edifici esistenti. Abbiamo così ritenuto di procedere all'adozione del Piano relativo al comprensorio 1.09 in Via Piave, il cui progetto è stato redatto dall’architetto Salvatore Colletti incaricato dal Settore Programmazione del Territorio, una scelta che riassume anche le istanze più volte perorate dai residenti a questa Amministrazione.

Sarà in questo modo possibile dare piena attuazione dello strumento urbanistico generale, promuovendo la riqualificazione di un tessuto vetusto e caratterizzato da gravi elementi di degrado edilizio, senza oneri per il Comune, anzi, a vantaggio della comunità tutta che potrà vedere risanata un'altra fetta del territorio residenziale a lungo considerato un vero e proprio detrattore.

L’area non risulta gravata da vincoli geologici, paesaggistici e ambientali, né soggetta a pericoli o rischi idraulici e di frana, né incompatibile con altri piani e/o programmi comunali o di competenza sovracomunale.

La volumetria esistente risulta di circa 3.400 mc. Tuttavia, tale valore è indicativo, in quanto l’esatta consistenza volumetrica degli edifici e la relativa legittimità edilizia dovranno essere dimostrate dai titolari della richiesta di Permesso a Costruire con riferimento. Si apre adesso la fase della pubblicazione per eventuali osservazioni e della conferenza dei servizi, propedeutiche alla conclusione dell'iter.

Gli obiettivi principali del piano di recupero sono: il recupero di spazio pubblico pedonale su via Piave previo arretramento di 1m del nuovo edificio di progetto; la demolizione completa degli edifici degradati esistenti e ricostruzione di un unico edificio residenziale pluripiano; la riduzione della superficie coperta del nuovo edificio di progetto a vantaggio di spazi condominiali all’aperto; la realizzazione di parcheggi pertinenziali nel piano interrato”.

 

Pescara 23 maggio 2019







TORNA INDIETRO


HOME PAGE