Ti trovi in:  Home news notizia
 

News


NOTIZIA



29-08-2019

PESCARA RICORDA IL BOMBARDAMENTO DEL 31 AGOSTO 1943
Ascolta la notizia

Il Comune di Pescara renderà omaggio alle vittime del Bombardamento del 31 agosto 1943 e lo farà con una commemorazione organizzata dal Presidente del Consiglio Marcello Antonelli.

Nella conferenza stampa tenutasi oggi in Sala Consiliare, il presidente del Consiglio comunale ha illustrato il programma della manifestazione che si terrà a Largo Chiola nella Piazza antistante il Municipio, “luogo simbolo – ha ricordato lo stesso Presidente – di quel primo bombardamento che colpì tutto il centro della città, compresa l’area antistante il Municipio.”

Quel primo bombardamento, ha ricordato Antonelli, provocò ca. 2000 vittime ma molti corpi non furono ritrovati subito ma soltanto dopo la rimozione delle macerie. Fu un bombardamento che nessuno si aspettava, in una città che fino ad allora era rimasta indenne ai tragici fatti bellici. Molti corpi furono sepolti in fosse comuni per paura di epidemie. Quei tragici fatti, che valsero al Comune di Pescara, la medaglia d’oro al valor civile conferita dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi nel 2001, verranno ricordati con il Consiglio Comunale riunito sotto la lapide fatta apporre durante la presidenza di Gianni Melilla.

“La manifestazione verrà organizzata dal Consiglio Comunale per significare l’unità di tale commemorazione, che non può essere iscritta in inutili polemiche di appartenenza politica. Quel giorno fu devastata l’intera città e l’intera città ricorderà il loro sacrificio. Alle 12,00 verrà diffuso un comunicato da parte di Radio Mare, per ricordare il tragico evento. Lo storico Marco Patricelli farà una prolusione cui seguirà la deposizione di una corona d’alloro e il concerto dell’Orchestra del Conservatorio Braga di Teramo.”

Il Sindaco Carlo Masci ha sottolineato che “la manifestazione sarà un momento di grande pacificazione che dovrà far ricordare a tutti i cittadini l’abominio della guerra. L’anno prossimo tenteremo di coinvolgere anche l’ambasciatore americano in Italia, per dare ancora più forza al messaggio di pacificazione.”

 







TORNA INDIETRO


HOME PAGE