Ti trovi in:  Home news notizia
 

News


NOTIZIA



08-10-2019

RIPARTE LA CAMPAGNA DEL NASTRO ROSA 2019 DELLA LILT
Ascolta la notizia

Riparte la Campagna del Nastro Rosa 2019 organizzata dalla LILT – Lega Italiana Lotta contro i Tumori – e indirizzata a tutte le donne di Pescara e provincia.

Questo, in sintesi, il messaggio lanciato dal professor   Marco Lombardo, Coordinatore della Lilt Abruzzo, nel corso della conferenza stampa svoltasi in Comune con il sindaco di Pescara Carlo Masci, con il dott Marino Nardi, (chirurgo senologo dell’Ospedale civile di Pescara, e collaboratore  della Lilt), con Rita D’Agostino, referente della Cisl Pensionati, la psiconcologa della Lilt Maria Di Domenico, la vicepresidente Lilt Milena Grosoli e tutti i volontari dell’Associazione.

Il professor Lombardi ha invitato le donne di Pescara e provincia a prenotare la propria visita gratuita al seno per la prevenzione del tumore alla mammella, visita che verrà eseguita dai medici senologi che operano con la Lilt.

“La    campagna – ha sottolineato il coordinatore della Lilt Abruzzo -  che andrà avanti sino a quando non avremo esaurito tutta la lista delle utenti, ovvero anche dopo Natale. La prevenzione oncologica salva la vita. Lo sanno bene le 800mila donne che solo in Italia hanno avuto una diagnosi di tumore al seno e che oggi, dopo essersi sottoposte alle cure più opportune, ricordano con il sorriso quell’esperienza.

Il sindaco Carlo Masci ha ricevuto dal prof. Lombardo la tessera di socio onorario  della Lilt.

 “Una tessera  - ha precisato il sindaco - che cercherò in ogni modo di meritare, ben consapevole dell’attività fondamentale portata avanti dalla Lilt nella prevenzione delle patologie neoplastiche. Parlo peraltro per esperienza personale, anche mia moglie grazie alla prevenzione annuale ha scoperto un tumore al seno dieci anni fa, ma ha sconfitto la malattia e si è salvata essendo intervenuta in tempo”.

La Campagna del ‘Nastro Rosa’ parte il 12 ottobre con  una postazione della LILT  in piazza Salotto, nell’ambito della manifestazione nazionale della Carovana della Salute della Cisl. In tale contesto si effettueranno  le prime visite senologiche, affidate al dottor Marino Nardi e alla dottoressa Eleonora Angelini. Sempre nella giornata del sabato   le donne potranno  prenotare le proprie visite, che saranno effettuate negli  Ambulatori di Casa Lilt e che andranno avanti, come ogni anno, anche sino a dicembre o gennaio 2020, sino a quando non saranno soddisfatte tutte le richieste. In alternativa le donne utenti potranno prenotare lo screening chiamando ai numeri di telefono 328.0235511 oppure 393.8159916, nelle giornate del 14, 15 e 16 ottobre, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18. Nelle giornate del 14 e del 28 ottobre si svolgeranno le visite senologiche anche nella sede della delegazione Lilt di Tocco da Casauria, all’interno dell’ex ospedale.

Le visite di prevenzione sono gratuite per tutti. Per partecipare è richiesta solo la tessera annuale di socio Lilt, del costo di 10 euro, che consente poi di partecipare a tutte le campagne svolte durante l’anno.

“ Prevenire è vitale – ha ancora sottolineato il professor Lombardo – perché oggi sappiamo che trovare un tumore quando è ancora piccolissimo, meno di un centimetro di diametro, significa guarire completamente nell’80 per cento dei casi, e con la prevenzione contiamo di abbattere l’incidenza del tumore del 40 per cento entro i prossimi dieci anni. Il 2019 è un anno importante per la Lilt che il prossimo 22 ottobre compirà 100 anni ed è oggi l’unica Associazione ancora collegata al Ministero della Salute, che opera sotto l’egida del Presidente della Repubblica e che è suddivisa in modo capillare sul territorio nazionale attraverso le sue 86 sezioni provinciali e i Coordinamenti regionali, un’Associazione la cui attività ha una ricaduta immediata e costante sul territorio di riferimento”.

 “Il sostegno della nostra amministrazione alla LILT  – ha spiegato il sindaco Masci -  è pieno e totale, la Lega svolge un compito essenziale occupandosi di una malattia che fa tremare solo a menzionarla, il tumore al seno. Oggi però   per fortuna quella patologia non fa più tremare come una volta, oggi si può guarire completamente se la malattia è scoperta in tempo e se si viene sottoposti alle cure più idonee. E seppure ci lamentiamo sempre della nostra sanità, resta che in Italia godiamo del sistema migliore del mondo in cui operano Associazioni straordinarie come la Lilt che si impegna per fare controlli a tutta la popolazione”.

 










HOME PAGE