News


NOTIZIA




15-10-2020

Nuova riunione del comitato dei sindaci della Asl di Pescara

Affrontati temi ritenuti di primaria importanza anche a fronte dell’emergenza sanitaria

Nel corso della riunione del Comitato ristretto dei sindaci della Asl di Pescara, tenutosi nel pomeriggio di oggi presso il Comune di Pescara e convocato dal presidente dell’organismo, Carlo Masci, sono state affrontati temi ritenuti di primaria importanza anche a fronte dell’emergenza sanitaria in atto. Ai lavori hanno partecipato, oltre al sindaco di Pescara Carlo Masci, i sindaci di Penne e San Valentino in Abruzzo Citeriore, Mario Semproni e Antonino D’Angelo, il Direttore generale della Asl di Pescara, Vincenzo Ciamponi, il responsabile dell’Unità operativa complessa CSM – Area Pescara, Sabatino Trotta, e il Direttore della Uoc di Otorinolaringoiatria presso l’ospedale di Pescara, Claudio Caporale.

 

 

I vertici della Asl Pescara-Penne hanno fornito importanti rassicurazioni e comunicato rilevanti determinazioni:

Ø Il protocollo di cura Aba, per gli individui con sindrome autistica, sarà esteso anche a quanti sono rimasti fuori dal programma di trattamento che finora ha riguardato un numero di 40 soggetti nel territorio di competenza della Asl;

Ø è in via di definizione una procedura alternativa per consentire l’esecuzione dei tamponi (Covid) anche per coloro, con sindrome autistica, che finora per sottoporsi all’esame dovevano essere sottoposti a sedazione;

Ø il nuovo blocco del Pronto Soccorso dell’ospedale di Pescara sarà inaugurato prima delle festività natalizie, una volta superate alcune criticità per le quali comunque è stata individuata una soluzione;

Ø dal primo di ottobre è stato portato da 225, per sei ore, a 287 per 11 ore, il numero delle sedute mensili di sala operatoria con un significativo incremento del dato quantitativo degli interventi chirurgici che certamente risulterà in aumento rispetto a quello attuale di 12mila annui; con un altrettanto significativa riduzione delle “liste d’attesa”;

Ø in queste ore sono stati eseguiti presso l’ospedale San Massimo di Penne gli interventi di edilizia richiesti con carattere d’urgenza dal sindaco del capoluogo vestino. 

 










HOME PAGE