News


NOTIZIA




25-11-2020

ERASMUS+ - Il 26 novembre workshop organizzato dal Comune: “Changemakers for future”

I ragazzi protagonisti delle buone pratiche ambientali

“Programma Erasmus+”: Progetto ENVstories Cooperazione per lo sviluppo sostenibile Le emergenze ambientali disseminate sul pianeta sono molte e intorno a queste il dibattito internazionale ormai da anni ha posto al centro dell’agenda politica, ma anche di accese dispute di carattere scientifico e culturale, la necessità di adattare i comportamenti umani alle esigenze dello sviluppo sostenibile. Tra quanti sostengono che i cambiamenti climatici e i suoi effetti (in particolare “effetto serra” e piogge acide) siano da ascrivere al comportamento umano e coloro che, invece, attribuiscono la gran parte di questi a cause naturali evolutive, va posta comunque l’importanza di educare e ascoltare le nuove generazioni affinché la tutela dell’ambiente e del clima sia oggetto di un profondo cambiamento culturale. E’ questo il senso del progetto “Environmental Storytelling for Sustainable Development - ENVSTORIES”, presentato dal Capofila Università“National and Kapodistrian” - NKUA di Atene (Grecia) nell’ambito del Programma Erasmus+ (2014-20202 - KA2, Cooperazione per Innovazione e Scambio di Buone Pratiche), ammesso a finanziamento nel mese di agosto 2018. Il Comune di Pescara ha aderito condividendo gli obiettivi di natura pedagogica-educativa e tecnica, basati sullo studio e lo sviluppo di metodologie innovative da applicare nell’educazione ambientale nelle scuole. Due sono stati gli istituti comprensivi del capoluogo adriatico, il Pescara 5 e il Pescara 9, che hanno raccolto l’invito a partecipare, in collaborazione con l’amministrazione cittadina, al percorso di 24 mesi. Nella giornata del 26 novembre, dalle ore 16, si terrà un workshop organizzato dal Comune di Pescara dal titolo “Changemakers for future”, nel corso del quale saranno appunto illustrati i contenuti e gli esiti del progetto ENVstories. Si tratta dell’evento di fine-progetto, fruibile, per quanti vorranno partecipare, sulla piattaforma Cisco Webex. Il primo anno è stato dedicato alla ricerca e alla redazione di una guida didattica per i docenti allo scopo di: • aumentare le competenze degli educatori su metodologie di insegnamento avanzate (insegnamento esperenziale, storytelling e deep learning) e TIC; • fornire a docenti e alunni il materiale formativo necessario e gli strumenti digitali per creare collaborativamente storie interessanti, innovative e con impatto sulla sostenibilità ambientale. Nel mese di marzo 2019 il Capofila ha inviato a tutti i partner un questionario con lo scopo di individuare una tematica ambientale da assegnare a ciascun paese e da sviluppare nella successiva creazione di e-books. In questo ambito sono state individuate 5 grandi aree tematiche: - La Salute e gli effetti ambientali sulla Società - L’ambiente naturale - Rischi geofisici - Risorse naturali e loro esaurimento - Smaltimento e Riciclaggio dei rifiuti. Il comune di Pescara e gli insegnanti e alunni degli Istituti Comprensivi Pescara 5 e Pescara 9 avevano il compito di realizzare quattro storie in cui gli “youngchangemakers” (giovani attori del cambiamento) facessero emergere ipotesi di soluzione dei problemi ambientali relativi al riciclaggio dei rifiuti e allo sfruttamento delle risorse naturali. Il secondo anno del progetto Envstories è stato invece dedicato a favorire e rafforzare processi ed eventi di comunicazione interculturale e di scambio di esperienze tra le comunità scolastiche di diversi paesi: tanto che nel novembre del 2019 sei studenti italiani (tre per ciascun Istituto Comprensivo) hanno svolto un soggiorno di studio ad Atene per conoscere la piattaforma Envstories e interagire con i loro colleghi greci partecipati. A dicembre 2019 è stata tradotta in italiano la guida pedagogica per l’insegnante tale da poter essere utilizzata da tutti i partner e anche da altre scuole come esempio di “buona pratica”, rivelandosi un ottimo strumento di educazione ambientale per mettere in pratica le storie ambientali da sviluppare negli e-books. Quest’ultime sono state scritte in italiano e poi tradotte in inglese. Purtroppo i noti eventi del Covid 19 hanno portato ad una chiusura delle scuole italiane a partire dal mese di marzo 2020, con un parziale slittamento delle tempistiche.






TORNA INDIETRO


HOME PAGE