Ti trovi in:  Home comune concorsi e bandi area di risulta progetti premiati stellium 2004
 

Concorsi


STELLIUM 2004



I PROGETTI PREMIATI - 3° classificato

motto: STELLIUM 2004

progettisti:
- arch. Giovanni Vaccarini capogruppo
- ing. Enrico Ciampoli
- ing. Claudio De Carlo
- arch. Francesca Nepa
- arch. Marino La Torre

consulenti:
- L.T. Progetto srl Giulianova TE- (studio economico finanziario)

collaboratori:
- arch. Alessia Fattore
- arch. Sabrina Romani


Relazione sintetica

Impianto architettonico - L'intera area è pensata come uno spazio interstiziale, occupato da infrastrutture verdi, della viabilità, trasportistiche.
Le suggestioni dei segni dei binari hanno informato come in una sorta di scavo archeologico, l'orientarsi delle geometrie, i piani / pixel si attestano secondo la “griglia” della memoria storica.
Alle fasce dell'infrastruttura verde si affiancano le fasce dell'infrastruttura trasportistica: viabilità veicolare, taxi, autobus extraurbani / urbani, trasporto innovativo.
Le aree di pertinenza dei vari sistemi di trasporto sono disegnati e pensati, come l'estensione del fascio dei binari esistenti, un ampliamento fuori sede della gamma di possibilità di trasporto.
Il suolo - Il suolo è costituito dalla giustapposizione di parti inerbite a tratti alberati a macchia mediterranea.
La parte del suolo libera è finita con sabbia o ghiaia di fiume con diverse cromie.
Lo spazio esterno è pensato come un possibile invaso per gli eventi out door.
Le scaglie- Si tratta, in gran parte , di un sistema di copertura dei parcheggi interrati; dei “vassoi” inerbiti in c.a. pigmentato colonizzato da muschi e licheni. Nel configurarsi come pensiline, a tratti perdono la consueta matericità presentandosi come una sorta di solette in resina traslucida.
Biblioteca/mediateca - Al di sopra del tappeto di scaglie inerbite “galleggia”il volume traslucido della biblioteca/mediateca.
Il sistema distributivo è articolato su otto livelli:
- attacco a terra/piazza, è uno spazio completamente svuotato, un'estensione coperta del sistema degli spazi aperti.
- Foyer intermedio di servizio all' auditorium e sala conferenze.
- Auditorium/sala conferenze : l'idea è di poterle usare contemporaneamente con un unico palco. Lo sfondo del palco è pensato con una parete semovente, un sistema che consente di aprire la scena sulla città o di usare il palco anche per gli eventi all'aperto.
Foyer di servizio alla biblioteca/mediateca, è posizionato in testa alle sale ed accoglie anche il book shop, bar/caffetteria, guardaroba e tutti i servizi alla biblioteca. Biblioteca/mediateca con fruizione diretta su tre livelli.Tetto/piazza verso il cielo.
Parcheggi e box auto - I parcheggi e i box auto, articolati su due livelli, sono suddivisi in due settori alle estremità nord e sud dell'area.
Comprendono complessivamente n°2200 posti auto e n° 730 box auto a vendere, su una superficie totale di 60500 m2 per i parcheggi e 32840 m2 per i box auto.
Scelte tecnico costruttive - La scelta dei materiali e dei sistemi costruttivi è stata effettuata sulla base dei seguenti criteri: qualità, affidabilità, semplicità esecutiva, costi contenuti, durabilità e facilità di manutenzione.
Gestione energetica degli edifici- A livello energetico gli edifici progettati godranno di buona autonomia e indipendenza energetica nonché di bassissimi costi di esercizio legati alle tipologie impiantistiche e alle caratteristiche costruttive degli edifici medesimi.
Per l'edificio Biblioteca/Mediateca in particolare sono previsti:
- forte coibentazione termica;
- utilizzo diretto dell'energia solare passiva attraverso gli infissi vetrati con esposizione est, sud, ovest;
- combinazione di ventilazione naturale e meccanica con recupero di calore dell'aria;
- riscaldamento a pannelli radianti funzionante a bassa temperatura;
- cogenerazione per la produzione di energia termica e elettrica;
- uso della luce naturale per l'illuminazione degli ambienti;
- uso di lampade ad alto rendimento (con bassa produzione di calore);
- sistemi di regolazione automatica, accensione e spegnimento di punti luce.
Studio economico finanziario per la costruzione e gestione -La riqualificazione urbana dell'area di risulta dell'ex stazione centrale di Pescara è dotata di una intrinseca capacità di generare reddito attraverso i ricavi delle concessioni agli utenti.
Il percorso tecnico amministrativo proposto è quello della finanza di progetto (project financing) attraverso il quale si dimostra la fattibilità dell'intervento, rimandando ai tabulati allegati alla relazione, relativi ai costi di investimento, al conto economico, ai flussi di cassa e ai ricavi.


Tavole progettuali

tav 1a


tav 1b


tav 1c


tav 1d


tav 2a


tav 2b


   
tav 3a


tav 3b


   
tav 4a


tav 4b



 
scarica tutte le tavole (6.572 Kb)

 

Gli altri progetti premiati:

Egina 2004

Smarrito nell'attraversamento

Maa Lia

 


Segreteria del Concorso:
Città di Pescara - Area Urbanistica
Piazza Duca D'Aosta, 10 - 65121 PESCARA (ITALIA)
Tel: +39 085 42 83 790 - fax: +39 085 42 83 563
areadirisulta@comune.pescara.it







HOME PAGE