Ti trovi in:  Home servizi cittadino pagare le tasse: indice
 

Pagare le tasse


INDICE


DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE CONTROVERSIE TRIBUTARIE PENDENTI
 

Con delibera di Consiglio Comunale n. 114 del 31 luglio 2017, il Comune ha approvato il “Regolamento per la definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti”.

I contribuenti che vorranno aderire dovranno presentare, entro il 30 settembre 2017 (2 ottobre 2017), una distinta domanda di definizione agevolata per ogni singolo atto impugnato, anche in caso di ricorso cumulativo, ed entro la stessa data dovranno effettuare il versamento dell’importo dovuto, calcolato seguendo le istruzioni contenute nel modello di domanda di definizione e nel Regolamento Comunale.

Nel caso di importi non superiori a 2 mila euro occorrerà effettuare un unico versamento.

Per importi superiori è previsto, ove richiesto, il seguente pagamento:

-          il 40% del dovuto entro il 30 settembre 2017 (2 ottobre 2017)

-          il 20% entro il 30 gennaio 2018

-          il 20% entro il 30 maggio 2018

-          il 20% entro il 30 settembre 2018.

Si precisa che il calcolo dell’importo dovuto deve essere effettuato con riferimento al singolo atto di accertamento impugnato, anche nel caso di ricorsi cumulativi.
 

Regolamento per la definizione agevolata delle controversie tributarie

Domanda di definizione agevolata controversie fiscali pendenti e relative istruzioni

Delibera di C.C. n.114/2017

 
 
 
 
DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE ENTRATE NON RISCOSSE A SEGUITO DELLA NOTIFICA DELLE INGIUNZIONI DI PAGAMENTO AI SENSI DELL’ART. 6ter DELLA LEGGE 1 DICEMBRE 2016 DI CONVERSIONE DEL DECRETO LEGGE N. 193 DEL 2016
 
L’art. 6-ter del decreto legge 22 ottobre 2016, n. 193, convertito con modificazioni dalla legge di 1° dicembre 2016, n. 225, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 2 dicembre 2016, ha dato ai Comuni  la possibilità di regolamentare la definizione agevolata delle entrate, anche tributarie degli enti territoriali, comprendendo quindi le entrate sia tributarie che patrimoniali  non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale di cui al Regio decreto n.639 del 1910.
Il comune di Pescara con Delibera Consiliare n.8 adottata nella seduta del 27/01/2017, entro il termine dei 60 dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto, ha approvato l’unito regolamento che ha fissato gli elementi essenziali per la definizione, nello specifico:
-    le modalità di presentazione dell’istanza e il termine ultimo per fruire della sanatoria;
-    il numero massimo di rate e le relative scadenze,  con l’indicazione che l’ultima non può andare oltre il termine del 30 settembre 2018;
-    la pendenza di giudizi aventi a oggetto i debiti ai quali si riferisce l’istanza, con la dichiarazione espressa di rinunciarvi;
-    il termine entro il quale l’ente territoriale o il concessionario comunicano ai debitori le somme dovute.
Il contribuente dal punto di vista dell’esborso effettivo provvederà al pagamento integrale:
-    delle somme affidate al concessionario della riscossione a titolo di capitale (maggiore imposta evasa e interessi);
-    degli importi relativi alla eventuale ritardata iscrizione a ruolo;
-    di quelle maturate a favore del concessionario della riscossione a titolo di aggio (da calcolare però solo sul capitale, sugli interessi e spese di rimborso per le procedure esecutive e spese di notifica dell’ingiunzione di pagamento.
L’istanza sospende i termini di prescrizione e decadenza per il recupero delle somme che formano oggetto di definizione. L’omesso, insufficiente o tardivo versamento dell’unica rata o di una delle rate impedisce il perfezionamento della definizione e consente all’ente creditore il recupero immediato di quanto risulti ancora dovuto. I versamenti già effettuati dai debitori si intendono riscossi a titolo di acconto dell’importo complessivamente dovuto.
Per aderire alla definizione agevolata, i contribuenti interessati devono presentare l'apposita  istanza entro il termine del 2 maggio 2017, utilizzando l’unito modello, appositamente predisposto dal concessionario.
 

 
  
DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO
art. 6 del D.L. 193/2016 convertito dalla legge n. 225/2016
 
L'adesione alla Definizione Agevolata disposta dall'art. 6 del D.L. n. 193/2016 convertito dalla legge n. 225/2016 puo' essere richiesta nei confronti di SOGET S.p.A. ESCLUSIVAMENTE per le cartelle di pagamento relative ai ruoli consegnati da Enti pubblici locali dal 01/01/2000 al 30/06/2006 all'ex Concessionario del servizio nazionale per la riscossione dei tributi per la gli ex ambiti provinciali di Chieti, Pescara, Taranto e Teramo, oggi di competenza di SOGET S.p.A. ai sensi dell'art. 3, commi 24 e 25, del D.L. n. 203/2005, convertito con modificazioni dalla Legge n. 248/2005.
Per aderire alla suddetta Definizione Agevolata, l'interessato dovrà utilizzare ESCLUSIVAMENTE il seguente modulo:

scheda adesione

Stampare e compilare il modulo in tutte le sue parti, sottoscrivere con firma autografa e trasmettere tramite una delle modalità ivi indicate, unitamente alla copia di un documento di identità in corso di validita'.
La dichiarazione deve essere presentata entro e non oltre il 31 Marzo 2017.
Chi aderisce deve pagare l'importo residuo del debito senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora.
Per le multe stradali, invece, non si devono pagare gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.
Si può pagare con i bollettini di conto corrente postale inviati, presso gli sportelli SOGET, nel numero di rate richieste con il modello di dichiarazione (da 1 rata fino a un massimo di 5), rispettando le date di scadenza riportate sulla comunicazione. In caso di pagamento in un'unica rata, la scadenza e' fissata nel mese di Luglio 2017.
Entro il 31 maggio 2017 SOGET comunicherà ai contribuenti che hanno aderito l'ammontare complessivo della somma dovuta, la scadenza delle eventuali rate, inviando i relativi bollettini di pagamento.
Per avere ulteriori informazioni e' possibile rivolgersi agli sportelli SOGET.
 
 
 
 
 
  

Imposta Unica Comunale - I.U.C. anno 2016 

Imposta Unica Comunale - I.U.C. anno 2015

Imposta Unica Comunale - I.U.C. anno 2014 

 
 
   

Orari di Apertura al pubblico degli Uffici Tributi siti in via Venezia 8 :

martedì e giovedì:   ore 8:30 - 12:30,  ore 15:00 - 16:30
lunedì mercoledì e venerdì è aperto solo lo sportello "INFORMAZIONI" ore 8:30 - 11:30
 
 
 
 
Addizionale  I.R.P.E.F.
 
Aliquota 0,8%
 
La soglia di esenzione è fissata in € 10.000,00 per i redditi soggetti ad IRE di importo inferiore a tale soglia.
 
Atti amministrativi correlati: 
 
 
 
 
Occupazione di aree e spazi pubblici - Demanio Marittimo



HOME PAGE
ultimo aggiornamento: settembre 2017