Ti trovi in:  Home servizi cittadino politiche della casa: politiche della casa - edilizia residenziale pubblica
 

Servizi al cittadino


POLITICHE DELLA CASA - EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA


Settore Programmazione del Territorio, Patrimonio Immobiliare, Politica della Casa e Mercati
Servizio Politica della Casa

Piazza Italia, 1 - palazzo ex INPS - 1° piano
 
Dirigente: Dott. Gaetano Silverii
Responsabile del Servizio: Dott.ssa Maria Gabriella Marchesani
 

Recapiti

085 4283035 (Manutenzione e Bando Art.11 L.R. 431/98)
085 4283054 (Politiche della Casa)
085 4283564 – 085 4283052 (Gestione Alloggi e Contabilità)
085 4283045 (Bando Art. 11 L.R. 431/98, Bando Mobilità tra alloggi ERP e Emergenza Via Lago di Borgiano)
 
fax 085 4283034
 
 
Orario di ricevimento al pubblico Front Office dal 6 febbraio 2018
martedì dalle 10,00 alle 12,00
giovedì dalle 16,00 alle 17,00

 
  
 
Si comunica che lo sportello E.R.P. di via Caduti per Servizio n.39 è sospeso.
 
 

 
 
Assegnazione definitiva di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica tramite bando di concorso. 
 
  1. Che cos'è 
Gli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, o case popolari, sono abitazioni di proprietà pubblica che vengono concesse in affitto a canone agevolato ai cittadini o famiglie in condizione disagiata.
L'assegnazione, la gestione e la determinazione del canone di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica sono regolati dalla Legge Regionale Regione Abruzzo n. 96 del 25 ottobre 1996 e successive modifiche.

 
  1. Come si ottiene 

All’assegnazione degli alloggi si provvede mediante pubblico concorso indetto dal Comune ove sono localizzati gli alloggi da assegnare. Il Comune pubblica il relativo bando generale per l'assegnazione di alloggi ERP mediante affissione all'Albo Pretorio del Comune, pubblicazione sul sito Internet, pubblicità attraverso gli organi di stampa locale e affissione di manifesti.

Le graduatorie conseguenti ai bandi generali vengono aggiornate mediante bandi di concorso integrativi da pubblicarsi di norma con cadenza biennale , ai quali possono partecipare sia i nuovi aspiranti alle assegnazione sia coloro che, già collocati in graduatoria, abbiano interesse a far valere condizioni più favorevoli.

Per partecipare al bando per l'assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica è necessario compilare apposita domanda e depositarla presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Pescara entro i termini indicati nel bando.

La graduatoria definitiva relativa al Bando di Concorso Integrativo n° 1/2013, pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo n° 27 Ordinario del 29/07/2015 rimarrà in vigore sino alla pubblicazione della graduatoria definitiva relativa al Bando Generale di Concorso n° 1/2015. 

 
  1. Iter del procedimento
Il Comune procede all’istruttoria delle domande dei concorrenti, verificando la completezza e la regolarità della compilazione del modulo di domanda e l’esistenza della documentazione richiesta , indi procede all’attribuzione in via provvisoria dei punteggi e trasmette , entro 60 giorni dalla scadenza del bando,   le domande con i punteggi alla Commissione ERP per la formazione della graduatoria .
La Commissione ERP formula ,entro 30 giorni da ricevimento degli atti e dei documenti di concorso , la graduatoria provvisoria che dovrà essere pubblicata nell’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi.
Se gli interessati ritengono che il punteggio loro attribuito non sia corretto hanno 30 giorni di tempo dalla data di pubblicazione della graduatoria provvisoria per presentare ricorso alla Commissione ERP.
Dopo l'esame dei ricorsi viene pubblicata la graduatoria definitiva che resta valida fino alla pubblicazione della graduatoria relativa al bando successivo.
Coloro che si sono collocati in graduatoria in una posizione tale da ottenere l'assegnazione, vengono convocati con lettera dal Servizio Politiche della Casa per la verifica dei requisiti per l'assegnazione: l'interessato deve infatti presentare tutti i documenti indicati nella lettera; se le condizioni che hanno determinato il punteggio sono mutate la pratica viene momentaneamente sospesa e rinviata alla Commissione ERP per un riesame.

 
  1. Documenti e allegati


Assegnazione provvisoria di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica per emergenza abitativa 
 
  1. Che cos'è 
Allo scopo di fronteggiare situazioni di emergenza abitativa per calamità, sfratti,sistemazione di profughi e rifugiati politici , trasferimento di appartenenti alle forze dell’ordine ,od altre gravi particolari esigenze individuate dal Comune, è riservata un ‘aliquota pari al 30% degli alloggi disponibili da destinare quali assegnazioni provvisorie, di durata massima di 2 anni , di alloggi di edilizia residenziale pubblica ai sensi della legge Regione Abruzzo n. 96 del 25 ottobre 1996 e successive modifiche.


  1. Come si ottiene 
Gli interessati, in possesso dei requisiti previsti per l’accesso alle abitazioni erp, possono presentare domanda in qualsiasi momento dell’anno presso l’Ufficio protocollo del Comune di Pescara . Presso il Servizio E.R.P. sono reperibili i moduli di domanda ed è possibile ricevere tutte le informazioni dal personale addetto al servizio.
 
 
  1. Iter del procedimento
Il Servizio E.R.P. procede all’istruttoria delle domande dei concorrenti, verificando la completezza e la regolarità della compilazione del modulo di domanda e l’esistenza della documentazione richiesta , attribuendo i punteggi previsti dai criteri e dalle norme procedurali.
Le domande hanno validità 1 anno dalla data di presentazione.
Il Dirigente del Servizio , con proprio atto, formula la graduatoria che ha validità sino all’aggiornamento della medesima , che verrà pubblicata all’ Albo Pretorio , e sarà consultabile presso il Servizio E.R.P. e l’Ufficio Relazioni con il Pubblico .
L’aggiornamento di detta graduatoria viene effettuato con cadenza semestrale.
 
 
  1. Documenti e allegati 
 


Mobilità di alloggi di edilizia residenziale pubblica
 
 
  1. Che cos'è  
L’Amministrazione Comunale , al fine di eliminare le condizioni di sottoutilizzazione o di sovraffollamento degli alloggi erp , nonché dei disagi abitativi di carattere sociale , predispone biennalmente un programma di mobilità dell’utenza attraverso un avviso pubblicato nelle forme di legge;
 
  1. Come si ottiene  
Gli interessati, assegnatari a titolo definitivo di alloggio Erp possono presentare domanda in qualsiasi momento dell'anno, sia per gli alloggi di gestione Ater ché per gli alloggi di gestione Comunale, presso l'Ufficio protocollo del Comune di Pescara.
I moduli di domanda di mobilità sono reperibili presso lo sportello del Servizio Politiche della Casa ove è possibile ricevere tutte le informazioni dal personale addetto al servizio.
 
 
  1. Iter del procedimento 
Il Servizio Politiche della Casa del Comune procede all'istruttoria delle domande e le trasmette alla Commissione Mobilità appositamente istituita con le attestazioni relative alla regolarità dell'assegnazione, superficie abitativa alloggi e vani utili, situazione contabile. 
La Commissione Mobilità provvede all’attribuzione dei punteggi sulla base dei criteri prestabiliti, e, previa attribuzione di punteggio provvisorio , forma la graduatoria generale definitiva.
Il Dirigente del Servizio , con disposizione dirigenziale, prende atto della graduatoria , così come formulata dalla Commissione Mobilità, che ha validità sino all’aggiornamento della medesima .
La graduatoria verrà pubblicata sull’Albo Pretorio on-line del Comune di Pescara, e sarà consultabile presso lo sportello del Servizio Politiche della Casa e l’Ufficio Relazioni con il Pubblico .
L'aggiornamento viene effettuato secondo le mobilità stabilite nell'Avviso Pubblico .  
 
 
  1. Documenti e allegati
 
 
 

 

Contributi a sostegno dei canoni di locazione
 
  1. Che cos’è
Sulla base di un fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione istituito dalla Legge 9/12/98 n. 431, il  Comune ogni anno pubblica un bando per assegnare contributi economici per il pagamento del canone di affitto della propria abitazione.
Il bando è rivolto a coloro che posseggono i seguenti requisiti:
-               essere residenti nel Comune di Pescara, nell'immobile per il quale si chiede il contributo;
-               essere cittadino italiano o dell'Unione Europea o extracomunitario in possesso di carta di soggiorno o di regolare permesso di soggiorno. Gli immigrati devono possedere il certificato storico di residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero cinque nella medesima regione, comma 13, art. 11, decreto legge 25.06.2008, come convertito con Legge 6 agosto 2008, n. 133;
-               non essere assegnatario di un alloggio di edilizia residenziale pubblica;
-               non essere conduttore di un alloggio inserito nelle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/7, A/8 (ville) e A/9 (palazzi di pregio artistico);
-               essere titolare di un contratto di affitto stipulato per abitazione principale e non avente natura transitoria, regolarmente registrato;
-               essere in regola con il pagamento dell'imposta di registro prevista per i contratti di affitto di alloggi;
-               non essere titolari, assieme al proprio nucleo familiare, di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del proprio nucleo familiare nel Comune di Pescara;
-               non essere titolari di diritti di proprietà su uno o più alloggi o locali ad uso abitativo, sfitti o concessi a terzi, situati in qualsiasi località, che abbiano un valore catastale complessivo uguale o superiore al valore catastale di un alloggio adeguato al proprio nucleo familiare;
-               avere  un reddito annuo convenzionale complessivo non superiore al limite per l’accesso agli alloggi di edilizia residenziale pubblica ( € 15.853,63) e  avere l’incidenza del canone annuo sul reddito complessivo, in una delle seguenti fasce: 
- Fascia A: in misura non inferiore al 14% se il reddito annuo complessivo non è superiore a due pensioni minime INPS 2013 € 12.881,18
- Fascia B: in misura non inferiore al 24% se il reddito annuo complessivo non è superiore ad € 15.853,63.
 
 
  1. Come si ottiene
Il Comune, su indicazione della Regione, predispone un avviso pubblico rendendolo noto mediante affissione all’Albo Pretorio, attraverso gli organi di stampa, affissione di manifesti e consultabile sul sito internet del Comune di Pescara.
Le domande, compilate unicamente sui moduli predisposti dal Comune (da ritirare negli orari di apertura al pubblico presso il Servizio Politiche della Casa, l’URP, i Quartieri e scaricabili sul sito Comune di Pescara – Servizi al Cittadino – Politiche della Casa) devono essere presentate entro la data di scadenza del bando presso l’Ufficio Protocollo del Comune o pervenire entro il termine fissato tramite raccomandata postale.
 
 
  1. Iter del procedimento
Il Comune procede all’istruttoria delle domande dei concorrenti, verificando la completezza e la regolarità della compilazione del modulo di domanda, l’esistenza dei requisiti e della documentazione richiesta.
Indi procede all’adozione di un atto contenente l’elenco provvisorio degli ammessi e degli esclusi al contributo pubblicandolo all’albo pretorio per 15 giorni consecutivi .
Il ricorso avverso la mancata ammissione al contributo dovrà essere proposto al Dirigente del Settore Manutenzioni entro i termini di pubblicazione dell’elenco.
Esaurito l’esame delle opposizioni, il Dirigente formula l’elenco definitivo dei beneficiari.
Il contributo verrà liquidato nei limiti delle risorse disponibili accreditate da parte della Regione Abruzzo.
 
  1. Allegati e documenti


  

 
Gestione Alloggi 
 
  1. Che cos’è
L’ufficio Gestione Alloggi si occupa della gestione amministrativa e contabile degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica di proprietà del Comune di Pescara. Le attività svolte in tale ambito comprendono la stipula dei contratti di locazione, la determinazione e la revisione dei canoni di locazione, le dilazioni di pagamento dei canoni arretrati, il subentro nell’assegnazione, il rilascio di autorizzazioni all’ampliamento del nucleo familiare ed al temporaneo allontanamento dall’alloggio.
 
  1. Allegati
 
 






HOME PAGE
ultimo aggiornamento: luglio 2018