Ti trovi in:  Home servizi cittadino pagare le tasse I.U.C. 2014 imu 2014 - approfondimento enti non commerciali
 

Pagare le tasse


IMU 2014 - APPROFONDIMENTO ENTI NON COMMERCIALI


 
Sono esenti dall’IMU gli immobili utilizzati dagli Enti non commerciali (di cui all’art.73, comma 1, lettera c) del TUIR) destinati esclusivamente allo svolgimento con modalità non commerciali di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive.
Nel caso in cui in una parte di detti immobili è svolta attività di tipo commerciale, l'esenzione non spetta.
Solo dal 2013, per tali immobili, laddove l'attività è svolta in maniera mista (commerciale e non), è possibile applicare l'esenzione alla parte di fabbricato in cui è svolta attività esclusivamente non commerciale se detta parte è identificabile. Per la restante parte dell'unità immobiliare, in quanto dotata di autonomia funzionale e reddituale permanente, si dovrà procede ad una revisione dell'accatastamento. In tal caso le rendite catastali dichiarate o attribuite producono effetto fiscale a partire dal primo gennaio 2013.
 
Nel caso in cui non sia possibile procedere alla puntuale individuazione dei locali in cui si svolge l'attività di natura non commerciale, l'esenzione si applica in proporzione all'utilizzazione non commerciale dell'immobile, osservando le disposizioni fissate dal regolamento ministeriale del 19 novembre 2012 n. 200, a cui si rinvia.
 
L'esenzione spetta per il periodo dell'anno durante il quale sussistono le condizioni prescritte
 

 
Dichiarazione
La Legge n. 147/2013 (Legge di Stabilita 2014) al comma 719 ha stabilito che ai fini dell'imposta municipale propria (IMU) gli enti non commerciali devono presentano la dichiarazione esclusivamente in via telematica, secondo le modalità approvate con apposito Decreto del Ministero dell'Economia e  delle Finanze (Decreto Ministeriale 26 giugno 2014). Con le stesse modalità ed entro il  termine del 30/9/2014, previsto dal medesimo decreto, deve essere presentata  la dichiarazione relativa agli anni  2012 e 2013.
Dall'annualità 2014, la dichiarazione dovrà essere presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione d'imposta.
La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell'imposta dovuta.

 

Le specifiche tecniche per trasmettere telematicamente
la dichiarazione Imu Tasi degli Enti non commerciali sono contenute nel Decreto Ministeriale del 4 agosto 2014 e relativo Allegato A.

 
Pagamento
Il versamento è effettuato esclusivamente secondo le disposizioni di cui all'art. 17 del Decreto Legislativo n. 241/1997, ovvero con il Mod. F/24, in tre rate.
Le prime due, di importo pari ciascuna al 50 per cento dell'imposta complessivamente corrisposta per l'anno precedente, con scadenza
- entro il 16 giugno;
- entro il 16 dicembre;
la terza ed ultima rata, a conguaglio dell'imposta complessivamente dovuta:
entro il 16 giugno dell'anno successivo a quello cui si riferisce il versamento
 
Gli Enti non commerciali eseguono i versamenti del tributo con eventuale compensazione dei crediti, nei confronti dello stesso comune nei confronti del quale è scaturito il credito, risultanti dalle dichiarazioni presentate.

 
Risoluzioni ministeriali
 
 
 
 






HOME PAGE
ultimo aggiornamento: agosto 2014