visual

14-03-2014 - Temporary Shop anche a Pescara

Il “Temporary shop” o “negozio a tempo” è un esercizio di vendita al dettaglio temporaneo, la cui durata può variare da pochi giorni a poco più di un mese. Benché piccoli e transitori, questi negozi sono spesso in grado di attirare comunque l'attenzione dei consumatori, magari sulla base di un’attenta scelta e selezione dell’ubicazione particolarmente in vista, proponendo le ultime novità e con cessazioni improvvise, a volte anche senza preavviso: l'obiettivo è quello di creare un evento effimero che si leghi a un messaggio temporaneo duraturo, specialmente nelle politiche di marketing delle grandi marche e soprattutto nel ramo dell’abbigliamento delle grandi firme.
L'innovatività del concetto di negozio a tempo e della sua organizzazione modifica notevolmente i canoni abituali della vendita al dettaglio. La stessa merce venduta nei negozi temporanei, specie nel campo dell'abbigliamento e della moda in generale, è prodotta in edizione limitata, e la fornitura diretta delle imprese al dettagliante consente di praticare politiche dei prezzi particolarmente vantaggiose.
D'altra parte il negozio temporaneo viene anche segnalato ed incentivato dall’Amministrazione Comunale ed in particolar modo dall’Assessorato al Commercio, come tentativo di risposta alla crisi economica attuale, in quanto soluzione che consente, almeno parzialmente, un abbattimento di costi fissi quali i canoni di affitto degli immobili oltre ad una diversificazione delle tecniche di vendita tradizionali.
 
COMMERCIO AL DETTAGLIO

Per commercio al dettaglio si intende l'attività svolta da chiunque professionalmente acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende, su aree private in sede fissa o mediante altre forme di distribuzione, direttamente al consumatore finale.
 
COSA SERVE
DOVE RIVOLGERSI
LEGISLAZIONE
SCIA: segnalazione certificata inizio attività produttiva ad effetto immediato con la compilazione del MODELLO SCIA1 e del modello NIAS (SCIA sanitaria, in caso di vendita di prodotti alimentari)
 
la modulistica, in moduli distinti, è la stessa utilizzabile per le classiche attività di vendita al dettaglio di vicinato ed disponibile sul sito internet SUAP del Comune di Pescara.
 
Comune di Pescara presso "SUAP” ed Ufficio Commercio
 
 
 
inoltro telematico attraverso l’uso combinato di PEC e firma digitale
L.R. 11/2008 e s.m.e i. - DPR 160/2010 art. 2 e 5.
 
ESERCIZI DI VICINATO TEMPORANEI
(temporary shop)

Vendita di prodotti relativi ai settori merceologici alimentare e non alimentare per un periodo di tempo limitato previo possesso di requisiti morali e professionali, nonché i particolari requisiti in caso di vendita di alimenti.
In quest’ultimo caso va compilato e inoltrata anche la NIAs per la locale A.U.S.L.  (SCIA sanitaria)

 
 
 
NOTE GENERALI
I requisiti da garantire nella SCIA (professionali, morali, edilizi, igienico sanitari, sicurezza, ecc.) sono gli stessi che bisogna comprovare con autocertificazione, per le vendite al dettaglio ordinarie.
Nella modulistica, va opportunamente indicato il periodo della temporaneità. In caso di temporaneità inferiore ai 30 gg. tale tipo di denuncia non va inserita nel Registro Imprese. Si ricorda che l'ordinamento italiano NON prevede ancora nello specifico la casistica del TEMPORARY SHOP anglosassone.

 

 

<< Torna all'Archivio