visual

23-03-2015 - Carta dei Servizi A.U.A.

Il Comune di Pescara emette ha emesso la “Carta dei Servizi A.U.A. – Linee Guida ed Indirizzi Operativi” con determina dirigenziale n. 48 del 19/03/2015, da parte del Servizio S.U.A.P. del Comune di Pescara.
Il Regolamento che ha introdotto l’AUA, è stato emanato con Decreto del Presidente della Repubblica 13 marzo 2013, n. 59 (pubblicato sul Supplemento ordinario n. 42 alla Gazzetta Ufficiale 29 maggio 2013, n. 124), in attuazione dell’art. 23 del decreto legge n. 5/2012 (il cosiddetto “decreto semplificazioni” del Governo Monti, convertito con legge n. 35/2012), aggiungendosi al quadro normativo regolato dal D.Lgs n. 152/2006.
 
Il 13 giugno 2013 è quindi susseguentemente entrato in vigore il Regolamento che introduce l’A.U.A. – Autorizzazione Unica Ambientale. Si tratta, di un’unica autorizzazione che sostituisce tutte le principali autorizzazioni ambientali “settoriali” determinando una notevole semplificazione burocratica e, quanto meno nelle intenzioni del legislatore, un risparmio di costi e tempi per le imprese.
Dopo quasi due anni di applicazione, se da un lato tale innovazione ha portato sicuramento al riconoscimento da parte dell’utenza di un nuovo dettato legislativo a cui far sempre riferimento in un ventaglio di opportunità discretamente ampio, dall’altro, come accade ogni qualvolta si ha a che fare con innovazioni legislative ed operative, ha portato anche incertezze sulla sua prima applicazione, vuoti normativi da riempire e soprattutto disomogeneità applicativa in uno stesso contesto, problema questo che investe di fatto l’intera Regione ed i vari SUAP che vi operano.
E’ stata rilevata, pertanto, la necessità, se non l’urgenza, di lavorare ad un sistema di operatività omogenea ed efficace che investa inequivocabilmente tutti i suddetti attori coinvolti nel procedimento, compreso l’utente, quale soggetto utilizzatore di un servizio maggiormente razionalizzato e pertanto più consono e aderente alla filosofia legislatriva ed alle esigenze di certezza in termini di tempi, costi ed esiti, propri dell’utente stesso.
Il Comune di Pescara, per mezzo del proprio SUAP ed ovviamente di concerto con la Provincia di Pescara, riconoscendo in tale tema una urgenza prioritaria, se raffrontata alle esigenze anche ufficialmente manifestate dagli utenti ed operatori del settore, ha inteso promuovere un’attività di riorganizzazione procedimentale condotta attraverso l’analisi, lo studio e la proposizione di strumenti operativi, ponendosi l’impegno di raggiungere i seguenti obiettivi:
- redazione della presente Carta di Servizi Comunale che fra le altre cose contenga i flussi procedimentali e le check list documentali da allegare alle istanze
- rimodulazione ed emanazione di una modulistica ufficiale per la presentazione di istanze AUA, in linea con quanto prescritto dalla normativa e con quanto già elaborato in varie fasi successive dalla Provincia di Pescara
- conferma e razionalizzazione dell’uso della telematica per la ricezione, e lo smistamento tra gli Enti delle istanze AUA e dei provvedimenti relativi
il tutto al fine di:
- razionalizzare l’esemplificazione applicativa della normativa in esame in tema di AUA
- fornire all’utenza riferimenti unici ed adeguatamente regolamentati
- fornire agli operatori amministrativi del Settore maggiori certezze nell’istruttoria delle relative istanze.
Sulla base di tutto quanto sopra espresso, è stato emessa la “Carta dei Servizi A.U.A. – Linee Guida ed Indirizzi Operativi” con determina dirigenziale n. 48 del 19/03/2015, da parte del Servizio S.U.A.P. del Comune di Pescara.
Ciò nelle intenzione può e deve rappresentare un ulteriore passo verso la tanto desiderata semplificazione che necessariamente deve passare attraverso percorsi non sempre sufficientemente semplici, ma i cui esiti devono rappresentare per gli utenti ed operatori un risultato di miglioramento e di efficacia amministrativa, ed il Comune di Pescara, tramite il proprio SUAP, di concerto con l’Ente Provincia, vuole essere promotore di questa, come di altre possibili iniziative, riconoscendosi un ruolo sicuramente trainante per le altre realtà amministritative locali.
 
 

 

 

<< Torna all'Archivio