visual

29-04-2009 - Interventi edilizi - ristrutturazione innovativa: importante sentenza del TAR Pescara

E’ stata emessa un’importante sentenza del TAR Pescara, che ha accolto in pieno la tesi del SUAP sulla disciplina della “ristrutturazione innovativa”.
Sul ricorso avverso il diniego di un permesso di costruire su un’istanza presentata per “ristrutturazione innovativa”, il TAR Pescara, respingendo il ricorso stesso, ha così motivato:
“Ritiene, in merito, il Collegio che, ove nella zona siano previsti dei limiti per le nuove edificazioni, tale modifica non possa comportare anche una variazione in aumento degli indici del fabbricato preesistente, in quanto i limiti per le nuove edificazioni non possono non essere applicati ove con la ristrutturazione edilizia innovativa si intendano modificare in aumento il volume, la sagoma, i prospetti o le superfici…”
“… In estrema sintesi, con la c.d. la ristrutturazione innovativa non si possono modificare in aumento il volume, la sagoma, i prospetti o le superfici del fabbricato preesistente ove con tali variazioni in aumento vengano superati gli indici di zona…”
In sostanza, comunque, il TAR non ha fatto altro che confermare l’unica possibile corretta applicazione degli artt. 3 e 10 del T.U. dell’edilizia, in armonia con la giurisprudenza consolidata di altri TAR e del Consiglio di Stato, rispetto alla quale i problemi interpretativi erano stati causati dall’infelice collocazione della lett. h dell’art. 9 delle N.T.A. .

 

<< Torna all'Archivio