Accedere agli atti per l'edilizia (SUE)

Accedere agli atti per l'edilizia (SUE)

Per tutelare i propri diritti, il cittadino può chiedere di visionare o estrarre una copia di documenti amministrativi posseduti dalla Pubblica Amministrazione. La Legge 07/08/1990, n. 241 garantisce questo diritto per favorire la partecipazione e per assicurare l’imparzialità e la trasparenza dell’attività amministrativa.

Se l'accesso agli atti rende necessaria una verifica sull'effettivo interesse del richiedente o sull'eventuale presenza di controinteressati, si parla di accesso formale. Se invece non esistono controinteressati si parla di accesso informale, e in questo caso è possibile chiedere verbalmente l'accesso presso l'ufficio competente che esaminerà la richiesta immediatamente e senza formalità (Decreto del Presidente della Repubblica 12/04/2006, n. 184, art. 5).

Il procedimento può essere differito, ad esempio quando i documenti chiesti fanno parte di un procedimento non ancora concluso.

Nel caso gli estremi edilizi non siano noti, è necessario effettuare una ricerca preliminare presso l'Ufficio Archivio del Servizio Sportello Unico e Condono e/o SUAP, per pratiche relative a immobili con destinazione commerciale, avendo cura di fornire documentazione e/o informazioni che rendano possibile all’ufficio rintracciare la pratica edilizia. È fondamentale conoscere l’esatto intestatario del titolo cercato. Se non si dispone tale “essenziale” informazione, si suggerisce di eseguire una ricerca catastale presso l’Agenzia delle Entrate; visura storica e/o per immobile, antecedente all’impianto meccanografico del 1987, risalendo al nome della persona giuridica o fisica registrato al primo accatastamento e, attingere ad ogni informazione utile che possa aiutare a raggiungere il risultato atteso nella ricerca. Gli atti antecedenti al 1961 non sono conservati presso gli archivi dell’Ente, ma presso l’Archivio di Stato.

Relativamente alle decisioni di non accoglimento, parziale accoglimento o differimento, l’interessato ha facoltà di presentare richiesta di riesame al Difensore Civico regionale o ricorso al TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) entro 30 giorni dalla comunicazione della presente o dalla formazione del silenzio-assenso

Approfondimenti

Ufficio destinatario

Le pratiche edilizie sono gestite dal Servizio SUE e Condoni e dal Servizio SUAP per le pratiche inerenti ad attività commerciali successive al 2002.

Esclusioni dal diritto di acesso

Il diritto di accesso ai documenti amministrativi è escluso nei casi previsti dalla Legge 07/08/1990, n. 241, art. 24. Le singole Pubbliche Amministrazioni individuano le categorie di documenti prodotti o comunque rientranti nella loro disponibilità sottratti all'accesso.

Costi di riproduzione

Oltre agli eventuali diritti di segreteria o istruttoria previsti, se si chiede una estrazione di copia è necessario pagare i relativi costi di riproduzione.
I costi  per diritti di ricerca, consultazione e rilascio copie, stabiliti da Determinazione Dirigenziale n° 137/2020 R.G. del  06/02/2020, di seguito specificati:

  • presa visione costo fino a 4 fascicoli – diritti tecnici 17,85 € + diritti di segreteria 6,00 € – Totale 23,85 € per ogni fascicolo in più: diritti tecnici pari 4,00 €
  • rilascio copie, trasmesse in formato digitale:  costo per copia di ogni fascicolo - diritti tecnici 36,60 € + diritti di segreteria 6,00 €– Totale 42,60 €
  • Sono gratuiti le copie di certificati di abitabilità/agibilità e i frontespizi delle dichiarazioni autocertificate di agibilità, con la data di presentazione e relativo protocollo (specificare in “Altre informazioni” se si richiede il solo frontespizio)
Modalità per il pagamento

Gli importi su indicati dovranno essere versati sul c/c postale n° 19088657 intestato a Città di Pescara – servizio tesoreria.

In alternativa tramite bonifico bancario ordinario sull’IBAN IT 35 D 07601 15400 000019088657

Indicare in CAUSALE “Diritti tecnici e di segreteria accesso atti” e il nominativo del richiedente. Non è necessario fare due distinti versamenti, è sufficiente sommare gli importi e farne uno solo, specificando però entrambe le causali.

Modalità per la consultazione

L’esame dei documenti avverrà, accertata la correttezza dei versamenti previsti, presso gli uffici del settore sviluppo economico, previo appuntamento che sarà comunicato esclusivamente via e-mail sopra comunicato o al numero d’utenza mobile indicati nella richiesta.

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Ultimo aggiornamento: 01/02/2022 17:22.51