Benemerenze civiche

Sono state raccolte le delibere relative all'istituzione della premiazione e le delibere di conferimento delle premiazioni a partire dal 2003 , anno relativo all'istituzione del Delfino D'Oro e del Ciattè D'Oro

 

Con delibera di giunta comunale n. 638 del 23 settembre 2003, avente ad oggetto Istituzione procedura per il riconoscimento di personalità particolarmente meritevoli e per la consegna di una benemerenza denominata “Delfino d’oro”, il Comune di Pescara ha istituito la ormai nota benemerenza civica. L’ente locale, ai sensi dell’art. 3, comma 2, del D.Lgs. n. 267/2000, ha il compito di rappresentare la propria comunità, di curarne gli interessi, di promuoverne e coordinarne lo sviluppo, inteso non solo sotto un profilo economico, culturale e sociale, ma anche con riguardo alla promozione dei valori legati al senso del dovere e dell'attaccamento alle Istituzioni, nel rispetto ed in attuazione dei principi fondamentali della Repubblica. Con questo obiettivo, si è voluto dare risalto e riconoscimento pubblico alle personalità operanti nel mondo economico, professionale, culturale, sportivo, artistico e sociale pescarese, per aver contribuito in modo significativo allo sviluppo del territorio.

La conoscenza diffusa dell'operato di dette personalità vuole avere il rilevante effetto di generare uno spirito di riconoscenza e di emulazione nella cittadinanza, educando la stessa al rispetto ed all'ammirazione nei confronti di persone che dedicano la propria esistenza allo sviluppo economico, professionale, culturale, artistico e sociale della Città e, al tempo stesso, con il loro esempio di dedizione e di impegno, invitano al rispetto dei più alti valori espressi dalla nostra Carta costituzionale,

Il Comune, quale ente di riferimento primario della collettività cittadina, in ragione della sua prossimità agli interessi e alle esigenze espressi dalla stessa, ha assunto il compito morale di individuare e valorizzare delle personalità che contribuiscono a conferire lustro e autorevolezza anche al territorio pescarese, attraverso il proprio impegno civile e professionale nel campo dell'economia, delle professioni, della cultura, dello sport, dell'arte e della solidarietà.

Su base periodica, una "Commissione dei saggi", composta da personalità eminenti, nominate dal Sindaco sentita la Giunta, ha l’onere e l’onore, mediante una procedura coordinata da un organo collegiale, di individuare i più meritevoli tra le persone fisiche che si sono particolarmente distinte, con comportamenti o azioni, nel testimoniare alto senso del dovere ed attaccamento ai più elevati valori morali, civili e sociali.

L’attribuzione della benemerenza "Delfino d'oro", quale più alta onorificenza cittadina, genera a favore dei premiati alcuni benefici personali, quali il diritto ad un’informativa periodica in ordine ai momenti fondamentali della vita della città, l'accesso gratuito agli atti assunti dagli organi comunali, l'ingresso gratuito ai musei di competenza comunale, la partecipazione, su invito del Sindaco, a sedute di Giunta Comunale di particolare rilevanza tematica, nonché altri benefici di volta in volta decisi dal Sindaco e assentiti dalla Giunta Comunale.

Unitamente al “Delfino d’oro”, pensato all’origine quale benemerenza da conferire esclusivamente a personalità non pescaresi, la Città di Pescara, con delibera di giunta comunale n.422 del 27 aprile 2004, avente ad oggetto Istituzione della civica benemerenze denominata “Il Ciattè d’oro”, ha voluto istituire una ulteriore civica benemerenza, da attribuirsi a cittadini pescaresi, che si fossero notevolmente distinti per meritevoli attività svolte a beneficio della Città ed avessero dato lustro ed onorato la Comunità pescarese con insigni meriti personali o collettivi in campo letterario, artistico, storico, culturale, sociale, economico, tecnico, sportivo, militare, religioso, della beneficenza e del volontariato. A tale riconoscimento si è inteso assegnare un alto valore simbolico, collegandone la consegna alla solenne ricorrenza del Santo Patrono di Pescara, San Cetteo, che cade il giorno 10 ottobre di ogni anno. Anche ai premiati con “Il Ciattè d’oro” si riconoscono i benefici personali attribuiti ai vincitori del “Delfino d’oro”.

 

 

DELFINO D’ORO

2003

(G.C. n. 825/2003)

 

Francesco Angelini

 

 

2004

(G.C. n. 945/2004)

 

Gianluigi Aponte

 

 

2005

(G.C. n. 1029/2005)

 

Franco Cuccurullo

Miriam Mafai

 

2006

(G.C. n. 801/2006)

 

Filomena Delli Castelli

 

 

2007

(G.C. n. 795/2007)

 

Sergio Marchionne

 

 

2008

(G.C. n. 1006/2008)

 

Antonio Basile

Francesco Colaci

Raffaele Colapietra

Ernesto Giammarco – alla memoria

Ndyaga Gaye – alla memoria

 

2009

(G.C. n. 907/2009)

 

Achille D’Alessandri

Luigi Di Giosaffatte

Carlo Sartorelli – alla memoria

 

2010

(G.C. n. 809/2010)

 

Paolo Orrei

Nicola Zupo

Filippo Antonio De Cecco

 

2011 (G.C. n. 758/2011)

 

 

Giulia Amodio

Ettore Spalletti

Andrea R. Staffa

 

2012

(G.C. n. 648/2012)

 

Don Giuseppe Natoli

Paola Sorge

Pasquale Sorgonà

 

2013

(G.C. n.731/2013)

 

Carlo Bianco

Giovanni Galeone

Marco Lombardo Guido Alberto Scoponi – alla memoria

 

2014

(G.C. n. 642/2014)

 

Andrea Pazienza – alla memoria

 

 

2015

(G.C. n. 421/2015)

(G.C. n. 592/2015)

 

On.le Laura Boldrini

Franco Di Tizio

 

 

2016

(G.C. n.662/2016)

 

Giovanni Malagò

CV (CP) Enrico Moretti

 

2017

(G.C. n. 658/2017)

 

Enrico Vanzina

Padre Giuseppe Piva

 

2018

(G.C. n. 661/2018)

 

Giovanni Pettorino

Pierluigi Ciocca

Luigi Falconi

Andrea Prencipe

 

2019

(G.C. n. 649/2019)

 

Remo Ruffini

Agostino Consoli

Giuseppe Mauro

Giulia Basel

 

2020

(G.C. n. 476/2020)

 

Giordano Bruno Guerri

 

 

2021

(G.C. n. 715/2021)

 

Gaetano Paludetti

D’Altrui Giuseppe

D’Altrui Marco

 

 

 

CIATTE’ D’ORO

 

2004

(G.C. n. 946/2004)

 

Mons. Antonio Iannucci

 

 

2005

(G.C. n. 1029/2005)

 

Gr. Uff. Gilberto Ferri

Nicola Occhiocupo

Glauco Torlontano

Federico Caffè – alla memoria

 

2006

(G.C. n. 690/2006)

 

Fabio Grosso

Massimo Oddo

Nicola Mattoscio (G.C. n. 801/2006)

Padre Francesco Gabriele

Giustino De Cecco – alla memoria

 

2007

(G.C. n. 795/2007)

 

Anna Durante

Angelo Fabbrini

Corrado Gizzi

Don Girolamo Iacobucci

Gaetano Novello

Angelo Pierangeli

Raffaele Laporta – alla memoria

Benito Merenda – alla memoria

 

2008

(G.C. n. 1006/2008)

 

Bice Canonico

Renato Ricci

Giovanni Cornacchia – alla memoria

Luigi Santori – alla memoria

 

2009

(G.C. n. 907/2009)

 

Emidio Isidoro

Piero Mazzocchetti

Eriberto Mastromattei – alla memoria

 

2010

(G.C. n. 809/2010)

 

Carlo Pace

Giò Di Tonno

Carmela Remigio

 

2011

(G.C. n. 758/2011)

 

Francesco Mistichelli

Gabriele Pomilio

Gaetano Nino Tritapepe – alla memoria

 

2012

(G.C. n. 648/2012)

 

Cristiano Dell’Osa – alla memoria

Raffaele Delfino

 

2013

(G.C. n. 731/2013)

 

Gianna Camplone

Massimo Sargiacomo

Nando Filograsso – alla memoria

2014

(G.C. n. 642/2014)

 

Annamaria Albertini

Franco Farias

Geremia Mancini

Mons. Vincenzo Amadia

Maurizio Berardinucci – alla memoria

 

2015

(G.C. n. 592/2015)

 

Claudio Angelone

Gianni Cordova

Lucio Fumo

Angela Nannetti

Umberto Russo

 

2016

(G.C. n. 662/2016)

 

Paride Pozzi (alla memoria)

Restituto Ciglia (alla memoria)

Renato Minore

Gabriella Albertini

Giacomo D’Angelo

Sandro Santilli

 

2017

(G.C. n.658/2017)

 

Nicoletta Di Gregorio

Silvia Dell’Orso (alla memoria)

Paola Sereni

Roberto Pedicini

Patrick De Ritiis

 

2018

(G.C. n. 661/2018)    

 

Franco Summa

Padre Paglione Fiore

Antonio Del Giudice

Michele Ramenghi

Antonella De Angelis

Augusto D’Agostino

Edoardo Tiboni (alla memoria)

Suor Maria Olga Pignatelli (alla memoria)

 

2019

(G.C. 649/2019)

 

Palmerino Di Sciascio

Maestro Enea Cetrullo

M.llo Ezio Barbi

Vincenzo Marinelli

Walfrido Del Villano (alla memoria)

Pasquale Pacilio (alla memoria)

Gabriella Bosco (alla memoria)

Daniele Becci (alla memoria)

 

2020

(G.C. 476/2020)

 

Augusto Di Luzio

Pierluigi Francini

Enio Barbarossa

Mario Della Cioppa

Franco Di Silverio (alla memoria)

Daniela Musini

Carla Di Santo Panzino

Giovanni De Benedictis

Bruno Pace (alla memoria)

Manuel Estiarte

Silvino Scurti

Nicola Bizzarri

Manlio Cocchini

 

2021

(G.C. n. 715/2021)

 

Vittorio Maturo (alla memoria)

Claudio Palma (alla memoria)

Enrico Summonte (alla memoria)

Guido Giancaterino (alla memoria)

Venceslao Di Persio – Rosanna Pallotta

Padre Guglielmo Alimonti

Uberto Crescenti

Luca De Meo

Pierluigi Lelli Chiesa

Franco Danelli

 

MENZIONI PUBBLICHE

2008

(G.C. n. 1006/2008)

 

Claudio De Pompeis

Don Nicola Ielo

Guido Alberto Scoponi

Roberto Di Bartolomeo

 

MENZIONI SPECIALI

2021

(G.C. n. 715/2021)

 

Alessandro Di Rocco e Domenico Alferj

rispettivamente pilota dell’elicottero e pilota del canadair che hanno lavorato nelle operazioni di spegnimento dell’incendio della Pineta Dannunziana

 

 

BENEMERENZE

2014

(G.C. n. 642/2014)

 

 

Matteo Ferrarini

2017

(G.C. n. 658/2017)

 

Dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi cittadini, in quiescenza a partire dal 01.09.2014

 

2020

(G.C. n. 476/2020)

 

Domenico valente

 

 

BENEMERENZE CON VALORE DI ENCOMIO

2017

(G.C. n. 658/2017)

 

- Equipe delle assistenti sociali del Comune di Pescara che ha operato per l’emergenza dello sgombero della Palazzina Ater di Via Lago di Borgiano:

 

Consorte Katia

Di Giambattista Maria Rita

Leone Liviana

Proietto Simona

Peverino Lilia

Vecchiolla Maddalena

Annese Luisa

Bonabitacola Angela

De Maso Francesca

Pistone Gianluca

 

- Team del COC – Centro Operativo Comunale del Comune di Pescara

 

 

 

 

 

A chi rivolgersi