Missione in Polonia per il Sindaco Masci

Dall'istituzione
     

Vetrina internazionale per la città di Pescara al XXX Forum economico di Karpacz, in Polonia, che ha visto dal 7 al 9 settembre la partecipazione del mondo economico, politico e diplomatico per affrontare la situazione del presente e delineare le prospettive del futuro. Il sindaco Carlo Masci era stato infatti invitato dagli organizzatori di quella che è considerata «la Davos dell’Est» a dare il suo contributo a un panel con sindaci di Polonia, Ungheria e Grecia (Daniel Beger, Adam Mirkoczki, Miroslaw Karolczuk, Anna Zachariadou) sui temi delle trasformazioni delle città per l’impatto e le conseguenze della pandemia. L’intervento di Masci è stato particolarmente apprezzato dal moderatore e dai relatori per la chiarezza degli obiettivi e delle modalità per raggiungerli. Il primo cittadino ha insistito sui temi della città ripensata secondo criteri di sostenibilità e di attrattività per la qualità della vita, indirizzando la discussione dei colleghi europei. Pescara era stata d’altronde oggetto di un approfondito reportage sul principale canale della televisione polacca (TV Polska) all’epoca della realizzazione in tempi record dell’ospedale Covid, con la diffusione in Polonia di immagini e panoramiche della città che avevano attirato l’attenzione degli organizzatori dell’evento.

In occasione dei lavori del XXX Forum internazionale economico di Karpacz ha avuto modo di confrontarsi con il vice ministro dell’Economia Laura Castelli, con l’ambasciatore italiano a Varsavia Aldo Amati, diversi diplomatici di carriera polacchi, rappresentanti della Camera di commercio italo-polacca e con il direttore dell’Istituto italiano di cultura a Cracovia Ugo Rufino, auspicando più intense relazioni con la Polonia non solo in campo economico e turistico, ma altresì culturali, e in particolare con l’Università Jagellonica che è una delle più antiche e autorevoli al mondo. «I collegamenti aerei con Varsavia e Cracovia – ha detto – devono essere il tramite di interscambi più intensi e a tutti i livelli». Il sindaco Masci ha poi voluto recarsi ad Auschwitz-Birkenau per un momento di riflessione sulla tragedia della Shoah. «Un gesto doveroso per meditare sull’orrore di ciò che è stato, e respingere ogni rigurgito di antisemitismo e di intolleranza. Vedere di persona questi luoghi di morte e di sofferenza ha un impatto emozionale ancora più forte che conoscere la storia attraverso i documentari e la lettura di libri. Ognuno, una volta nella vita, dovrebbe recarsi ad Auschwitz. Per noi pescaresi c’è un motivo in più: Pescara è stata la prima città abruzzese e tra le prime in Italia ad aderire alla celebrazione della Giornata europea della cultura ebraica, che quest’anno si terrà giovedì 7 ottobre».

#comunedipescara #pescara #economicforum #polonia #cracovia #auschwitz

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 3 persone, persone in piedi, vestito elegante e spazio al chiuso

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 5 persone, persone in piedi e spazio al chiuso

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone, attività all'aperto e muro di mattoni

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone, persone in piedi e spazio al chiuso

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e attività all'aperto

Ultimo aggiornamento: 11/09/2021 11:22.20