Avviso pubblico per la presentazione di proposte d'intervento per la selezione di progetti socio-educativi strutturati per la povertà educativa nel Mezzogiorno

Dagli uffici
     

A seguito della pubblicazione dell’Avviso pubblico per la presentazione di proposte d'intervento per la selezione di progetti socio-educativi strutturati per la povertà educativa nel Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) a sostegno del Terzo Settore da finanziare nell'ambito del PNRR, il Comune di Pescara in qualità di Ente Pubblico è disponibile a valutare proposte di partenariato provenienti da Enti del Terzo Settore che intendano partecipare al citato bando.

Tipologia e Finalità

L’ Avviso Pubblico è finalizzato all’avvio di una procedura selettiva per la concessione di contributi destinati alla realizzazione di progetti per interventi socio-educativi strutturati per combattere la povertà educativa nelle Regioni del Mezzogiorno, attraverso il potenziamento dei servizi socio educativi a favore dei minori, finanziando iniziative del Terzo Settore con specifico riferimento ai:

  • Servizi assistenziali nella fascia 0-6 anni;
  • Contrasto alla dispersione scolastica e miglioramento dell’offerta educativa nella fascia 5-10 e 11-17 anni.

Risorse finanziarie e valore del contributo

Le risorse destinate al finanziamento dei progetti da selezionare ammontano ad Euro 30.000.000,00 (trentamilioni/00).

Il contributo che può essere richiesto per ciascuna proposta progettuale deve essere compreso fra i 125.000,00 e i 250.000,00 euro e non può essere superiore al 95% del costo complessivo ammissibile del progetto; il restante 5% del costo complessivo ammissibile del progetto è a carico dei soggetti della partnership.

Soggetti beneficiari

L’ Avviso è rivolto ad Enti del Terzo Settore, in compartecipazione per gli interventi che riguardano la fascia età 11-17 anche con i soggetti appartenenti ai sistemi regionali di istruzione e formazione professionale in possesso dei requisiti per l’accreditamento e/o con Istituti Tecnico Superiori che abbiano capacità in tali ambiti di intervento sociale e formativo e siano radicati nella comunità di riferimento in cui gli interventi si realizzano. I progetti devono essere presentati da partnership costituite, a pena di esclusione, da un minimo di tre soggetti (“Soggetti della partnership”) che assumeranno un ruolo attivo nella ideazione e realizzazione delle operazioni.

Ogni partnership è costituita da:

  • “Soggetto proponente”, coordinatore della partnership e per le finalità collegate all’attuazione, al monitoraggio, alla rendicontazione e al controllo del progetto;
  • Minimo altri due soggetti, in qualità di partner, che partecipano alla presentazione e realizzazione del progetto.

Per soggetto proponente si intende esclusivamente Enti del Terzo Settore (ETS).

Il Soggetto proponente può presentare una sola proposta progettuale e non può partecipare, in qualità di partner, ad altre proposte progettuali.

Nella partnership deve essere obbligatoriamente presente almeno un altro Ente del Terzo Settore in qualità di partner; per l’ambito di intervento relativo alla fascia 11-17 anni deve essere obbligatoriamente presente almeno un soggetto appartenente al sistema regionale dell’istruzione e della formazione tecnico-professionale in possesso dei requisiti per l’accreditamento e/o gli Istituti Tecnico Superiori.

All’interno della partnership, composta da almeno tre soggetti, possono essere presenti, in qualità di terzo o ulteriore partner, oltre agli Enti appartenenti al Terzo Settore, anche soggetti appartenenti al mondo della scuola, delle istituzioni, degli enti locali e dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale, dell’università e della ricerca.

La possibilità di partecipare a più progetti in qualità di partner è ammessa unicamente agli Enti pubblici. Nessun soggetto della partnership potrà essere destinatario di una quota di finanziamento superiore al 50% del costo di progetto.

Destinatari

Minori di età che versano in situazioni di disagio o a rischio devianza delle regioni del sud.

Durata

I progetti presentati devono avere una durata di almeno un anno e fino al massimo di due. I termini decorrono dal giorno della notifica del provvedimento di assegnazione delle risorse da parte dell’Agenzia per la coesione territoriale.

Presentazione istanze

La presentazione del progetto avviene esclusivamente per via telematica utilizzando il seguente sito internet: https://bandi.agenziacoesione.gov.it a partire dalle ore 12:00 del giorno 30 dicembre 2021 fino alle ore 12:00 del giorno 1 marzo 2022.

Maggiori informazioni

Ulteriori e più dettagliati approfondimenti sono contenuti  nell'avviso in allegato

Ultimo aggiornamento: 12/01/2022 10:04.13